Azione preparatoria nel settore dello sport. Invito a presentare proposte - EAC/22/10 (scadenza 31/08/2010)

Sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione europea, serie C 133 del 22 maggio 2010, è stato pubblicato un invito a presentare proposte nell'ambito Azione preparatoria nel settore dello sport. Il presente invito a presentare proposte riguarda l'esecuzione dell'azione preparatoria nel settore dello sport in conformità della decisione della Commissione, che adotta il programma di lavoro annuale 2010 in materia di sovvenzioni e appalti per l'azione preparatoria nel settore dello sport e per eventi speciali annuali.

Obiettivo principale dell'azione preparatoria nel settore dello sport è quello di preparare future azioni dell'UE in tale settore, in base alle priorità fissate nel Libro bianco sullo sport.
Il presente invito a presentare proposte mira a favorire progetti transnazionali proposti da enti pubblici o da organizzazioni della società civile al fine di individuare e testare adeguate reti e prassi ottimali nel settore dello sport riguardo ai seguenti aspetti:
a) lotta al doping;
b) promozione dell'inclusione sociale nello e attraverso lo sport;
c) promozione del volontariato nello sport.
Il servizio della Commissione incaricato dell'attuazione e della gestione di tale azione è l'"Unità sport" della Direzione generale Istruzione e cultura.
I candidati ammessi si limitano a enti pubblici e organizzazioni della società civile in possesso di uno statuto giuridico e avente la propria sede sociale in uno degli Stati membri dell'UE.
Al presente invito a presentare proposte non possono partecipare le persone fisiche.Il bilancio disponibile per il presente invito a presentare proposte ammonta a 2 500 000 euro a titolo della linea di bilancio "Azione preparatoria nel settore dello sport" (articolo 15.5.11). Il cofinanziamento dell'UE interverrà fino a un massimo dell'80 % dei costi ammissibili complessivi. I costi relativi al personale non possono superare il 50 % dei costi ammissibili complessivi. Altri eventuali cofinanziamenti esterni può consistere in un massimo del 10 % di contributi in natura. A seconda del numero e della qualità dei progetti presentati, la Commissione si riserva il diritto di non concedere la totalità degli stanziamenti disponibili.
I progetti devono iniziare tra il 1 o dicembre 2010 e il 31 marzo 2011 ed essere ultimati entro il 30 giugno 2012.
La data limite di presentazione delle candidature alla Commissione europea è fissata al 31 agosto 2010.
Gli altri testi relativi al presente invito a presentare proposte, che comprendono il modulo di candidatura e la guida del programma con le specifiche tecniche e amministrative, sono disponibili sul portale Europa.

Tag: