Erasmus + 2014-2020

Azioni: 

Prevede tre tipi di azioni fondamentali:

  • La mobilità individuale ai fini di apprendimento: la mobilità rappresenta una quota significativa del bilancio complessivo. Tale incremento, unitamente all'enfasi sulla qualità della mobilità e a una concentrazione di priorità e impegno, dovrebbe accrescere la massa critica e l'impatto anche oltre i singoli e le istituzioni coinvolti.
  • Cooperazione per l'innovazione e lo scambio di buone pratiche: maggiore enfasi è stata posta sul rafforzamento dei partenariati innovativi tra istituti di istruzione e imprese. Nell'ambito dell'istruzione superiore si è posto l'accento sul rafforzamento delle capacità, concentrandosi sui paesi della politica europea di vicinato e sui partenariati strategici con i paesi sviluppati e le economie emergenti.
  • Sostegno alla riforma delle politiche: le riforme politiche puntano a rafforzare gli strumenti e l'impatto dei metodi aperti di coordinamento nei settori dell'istruzione, della formazione e della gioventù, attuare la strategia Europa 2020 e promuovere il dialogo politico con paesi terzi e organizzazioni internazionali.

Azione fondamentale 1: Mobilità individuale ai fini di apprendimento
Il sostegno alla mobilità di Erasmus per tutti si concentrerà sulle seguenti attività fondamentali:

  1. Mobilità per gli studenti a tutti i livelli dell'istruzione superiore e degli studenti, degli apprendisti e degli alunni nell'istruzione e nella formazione professionale.
  2. Mobilità del personale, nell'ambito dei Paesi del programma in particolare per insegnanti, formatori, dirigenti scolastici e operatori giovanili. Tale mobilità può esplicarsi nell'insegnamento o negli assistentati o nella partecipazione ad attività di sviluppo al'estero.

L'azione sostiene altresì la mobilità internazionale degli studenti e del personale da e verso i paesi partner per quanto riguarda l'istruzione superiore, nonché la mobilità organizzata sulla base di diplomi congiunti, doppi o multipli di alta qualità o inviti congiunti a presentare proposte.
 
Azione fondamentale 2: Cooperazione per l'innovazione e le buone pratiche
Il sostegno alla cooperazione di Erasmus per tutti si concentrerà su quattro attività principali:

  1. Partenariati strategici tra istituti di istruzione/organizzazioni giovanili e/o altri attori pertinenti.
  2. Partenariati di larga scala tra gli istituti di istruzione e di formazione e le imprese sotto forma di alleanze della conoscenza nell'istruzione superiore e alleanze delle abilità settoriali.
  3. Piattaforme di supporto informatico, compreso l'e-Twinning.
  4. Rafforzamento delle capacità in paesi terzi, con particolare enfasi sui paesi della politica europea di vicinato.

Azione fondamentale 3: Sostegno alla riforma delle politiche
Il sostegno alle riforme delle politiche comprende le attività avviate a livello di Unione connesse:

  1. all'attuazione dell'agenda politica dell'Unione in materia di istruzione e formazione nel contesto del OMC, nonché ai processi di Bologna e di Copenaghen;
  2. all'attuazione, nei paesi del programma, degli strumenti dell'Unione di trasparenza e di riconoscimento, in particolare il Quadro unico dell'Unione per la trasparenza delle qualificazioni e delle competenze (Europass), il Quadro europeo delle qualifiche (EQF), il Sistema europeo di trasferimento di crediti accademici (ECTS), il Sistema europeo di crediti per l’istruzione e la formazione professionale (ECVET), il Sistema europeo di crediti per l’istruzione e la formazione professionale (EQAVET), il Registro europeo di certificazione della qualità dell'istruzione superiore (EQAR) e l'Associazione europea per la garanzia della qualità nell'istruzione superiore (ENQA), nonché il sostegno alle reti dell'Unione e alle organizzazioni non governative europee (ONG) operanti nel settore dell'istruzione e della formazione;
  3. al dialogo politico con le parti interessate europee nel settore dell'istruzione e della formazione;
  4.  al NARIC, alle reti Eurydice e Euroguidance e ai centri nazionali Europass.
     

L'azione sostiene inoltre il dialogo politico con i paesi partner e con le organizzazioni internazionali
 
Iniziativa Jean Monnet
Per le istituzioni interessate ad assicurarsi il riconoscimento della qualità dei loro programmi di studio dell'integrazione europea, la Commissione creerà il marchio di eccellenza Jean Monnet. Anche la rete dei Professori Jean Monnet funge da gruppo di riflessione per il sostegno alla governance e alla definizione delle politiche dell'UE. Il dialogo tra il mondo accademico e i responsabili politici sarà conseguentemente rafforzato.
 
Azioni nel settore dello sport
Al fine di sviluppare una dimensione europea nello sport, il programma fornisce sostegno alle seguenti attività:

  • progetti di collaborazione transnazionali;
  • eventi sportivi europei non commerciali di prima importanza;
  • rafforzamento della base di conoscenze comprovate per la definizione di politiche nel settore dello sport;
  • rafforzamento delle capacità nello sport;
  • dialogo con le parti interessate europee.
Paesi partecipanti: 

Possono beneficiare del programma i seguenti Paesi:

  • Stati Membri dell’Unione europea
  • Paesi in via di adesione, i paesi candidati e i candidati potenziali che beneficiano di una strategia di preadesione
  • I paesi membri dell’Associazione europea di lebro scambio (EFTA) che hanno sottoscritto l’Accordo dello Spazio economico europeo (SEE)
  • La Confederazione elvetica a condizione che abbia firmato un accordo internazionale specifico
  • I paesi che rientrano nella politica europea di vicinato laddove sia stato concluso un accordo bilaterale

Gli Stati Membri dell’Unione europea sono automaticamente parte del programma Erasmus+. Gli altri paesi di cui sopra  possono diventare “paesi partecipanti” se soddisfano determinate condizioni amministrative e costituiscono un’agenzia nazionale incaricata della gestione del programma.
Tutti gli altri paesi al mondo sono “paesi partner” e possono partecipare a certe azioni o a determinate condizioni.

Obiettivi: 

Il programma Erasmus+ contribuisce al conseguimento:
a) degli obiettivi della strategia Europa 2020, compreso l'obiettivo principale in materia di istruzione;
degli obiettivi del quadro strategico per la cooperazione europea nel settore dell'istruzione e della formazione ("ET2020"), compresi i corrispondenti parametri di riferimento;
c) dello sviluppo sostenibile dei paesi partner nel settore dell'istruzione superiore;
d) degli obiettivi generali del quadro rinnovato di cooperazione europea in materia di gioventù (2010-2018);
e) dell'obiettivo dello sviluppo della dimensione europea dello sport, in particolare lo sport di base, conformemente al piano di lavoro dell'Unione per lo sport; nonché
f) della promozione dei valori europei a norma dell'articolo 2 del trattato sull'Unione europea.
Sostituisce 7 programmi operativi nel periodo 2007-2013:

  • Programma di Apprendimento permanente
  • Gioventù in azione
  • Erasmus Mundus
  • Tempus
  • Edulink
  • Alfa
  • Programma di cooperazione bilaterale con i Paesi industrializzati

Il programma riguarda i seguenti ambiti:

a) l'istruzione e la formazione a tutti i livelli: in una prospettiva di apprendimento permanente, comprese l'istruzione scolastica (Comenius), l'istruzione superiore (Erasmus), l'istruzione superiore internazionale (Erasmus Mundus), l'istruzione e la formazione professionale (Leonardo da Vinci) e l'apprendimento degli adulti (Grundtvig);
b) la gioventù: (Gioventù in azione), in particolare nel contesto dell'apprendimento non formale e informale;
c) lo sport: in particolare quello praticato a livello amatoriale.
 
Il programma prevede una dimensione internazionale volta a sostenere l'azione esterna dell'Unione, compresi i suoi obiettivi di sviluppo, mediante la cooperazione tra l'Unione e i paesi partner.
Il programma continua a sostenere la ricerca e l'insegnamento in materia di integrazione europea (Jean Monnet).
Gli elementi nuovi del programma sono:

  • un “sistema di garanzia e prestiti”: per aiutare gli studenti dei corsi di laurea magistrale a finanziare un intero corso di studi all’estero per acquisire le competenze necessarie per i posti di lavoro ad alta intensità di sapere;
  •  “alleanze della conoscenza”: partenariati tra le istituzioni di istruzione superiore e le imprese per promuovere la creatività, l'innovazione e l'imprenditorialità offrendo nuovi curricula opportunità di apprendimento e qualifiche;
  • alleanze di competenze settoriali”: partenariati tra gli erogatori di istruzione e formazione professionali e le imprese per promuovere l'occupabilità  e colmare i deficit di competenze sviluppando curricula specifici per i vari settori e forme innovative di insegnamento professionale;
  • integrazione dei programmi separati operativi tra il 2007-2013 che trattano la dimensione internazionale dell’istruzione superiore che determineranno un aumento della mobilità nel campo dell’istruzione superiore verso e dai paesi terzi oltre a portare avanti progetti di capacity building con le istituzioni d’istruzione superiore nei paesi terzi laddove ciò sarà possibile.

Gli organismi pubblici e privati dei settori coperti dal programma usano la denominazione "Erasmus+" ai fini della comunicazione e della diffusione di informazioni relative al programma. Per i diversi settori del programma sono utilizzati i seguenti marchi:

  • "Comenius", associato all'istruzione scolastica;
  • "Erasmus", associato a tutti i tipi di istruzione superiore nei paesi del programma;
  • "Erasmus Mundus", associato a tutti i tipi di attività di istruzione superiore tra i paesi del programma e i paesi partner;
  • "Leonardo da Vinci", associato all'istruzione e alla formazione professionale;
  • "Grundtvig", associato all'apprendimento degli adulti;
  • "Gioventù in azione", associato all'apprendimento non formale e informale nel settore della gioventù;
  • "Sport", associato alle attività sportive.
Beneficiari: 

Qualsiasi organismo pubblico o privato, attivo nei settori dell'istruzione, della formazione, della gioventù e dello sport di base può candidarsi per richiedere finanziamenti nell'ambito del programma. Per quanto riguarda alcune attività il programma sostiene anche i gruppi di giovani che sono attivi nell'ambito dell'animazione socioeducativa, ma non necessariamente nel contesto di un'organizzazione giovanile.
 

Finanziamento: 

La dotazione finanziaria proposta è di 14.774,524 milioni di euro.

Prossima scadenza: 
29/11/2016
Altre scadenze: 

I bandi possono essere consultati al seguente link.

29/11/2016 - Invito a presentare proposte  — EACEA/37/2016 - Azione chiave 3: sostegno alle riforme delle politiche - Cooperazione con la società civile in materia di gioventù - Gazzetta Ufficiale dell'Unione europea, serie C 378 del 14 ottobre 2016 

 

17/01/2017 - Invito a presentare proposte — EACEA 40/2016 nell’ambito del programma Erasmus+ — «Azione chiave 3: partenariati IFP-imprese su apprendimento basato sul lavoro e attività di apprendistato» - Gazzetta Ufficiale dell'Unione europea, serie C 384 del 18 ottobre 2016

 

Invito a presentare proposte 2017 — EAC/A03/2016 - Programma Erasmus+ - Gazzetta Ufficiale dell'Unione europea, serie C 386 del 20 ottobre 2016.
Azione chiave 1
02/02/2017 - Mobilità individuale nel settore della gioventù
02/02/2017 - Mobilità individuale nel settore dell'istruzione e della formazione
16/02/2017 - Diplomi di master congiunti Erasmus Mundus
05/04/2017 - Eventi di ampia portata legati al Servizio di volontariato europeo
26/04/2017 - Mobilità individuale nel settore della gioventù
26/04/2017 - Progetti strategici SVE
04/10/2017 - Mobilità individuale nel settore della gioventù

Azione chiave 2 

 
02/02/2017 - Partenariati strategici nel settore della gioventù
09/02/2017 - Rafforzamento delle capacità nel settore dell'istruzione superiore
28/02/2017 - Alleanze per la conoscenza
08/03/2017 - Rafforzamento delle capacità nel settore della gioventù
29/03/2017 - Partenariati strategici nel settore dell'istruzione, della formazione e della gioventù
26/04/2017 - Partenariati strategici nel settore della gioventù
04/10/2017 - Partenariati strategici nel settore della gioventù
Azione chiave 3
02/02/2017 - Incontro tra giovani e decisori politici nel settore della gioventù
26/04/2017 - Incontro tra giovani e decisori politici nel settore della gioventù
04/10/2017 - Incontro tra giovani e decisori politici nel settore della gioventù
Azioni Jean Monnet
23/02/2017 - Cattedre, moduli, centri di eccellenza, sostegno alle istituzioni e alle associazioni, reti, progetti 
Azioni nel settore dello sport
06/04/2017 - Partenariati di collaborazione
06/04/2017 - Piccoli partenariati di collaborazione
06/04/2017 - Eventi sportivi europei senza scopo di lucro 

Durata: 

2014-2020

Documentazione: 
  • Regolamento (UE) n. 1288/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, dell'11 dicembre 2013, che istituisce "Erasmus+": il programma dell'Unione per l'istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport e che abroga le decisioni n. 1719/2006/CE, n. 1720/2006/CE e n. 1298/2008/CE - Gazzetta Ufficiale dell'Unione europea, serie L 347 del 20 dicembre 2013
  • Brochure Erasmus+ in italiano
  • Punti di Contatto a livello nazionale

Agenzia Nazionale LLP - Programma Settoriale Leonardo da Vinci - ISFOL
Corso d'Italia 33 - 00198, Roma
Tel: 0039 06 85 447808  Web: www.programmaleonardo.net/llp/home.asp
eMail: leoprojet@isfol.it
Agenzia Nazionale LLP - Programmi settoriali Comenius, Erasmus, Grundtvig e Visite di Studio - INDIRE

Via Michelangelo Buonarroti, 10 - 50122 Firenze

Centralino: +39 055 2380 301

Azione chiave 1 – Mobilità per l’apprendimento

Web: http://www.indire.it/category/erasmus/

 
Agenzia nazionale per i giovani
Via Sabotino, 4
00195, Roma
Tel: 00390637591201  Web:
www.agenziagiovani.it
eMail: direzione@agenziagiovani.it
Sito web in italiano a cura dei Punti di contatto Nazionali: http://www.erasmusplus.it/
In Italia l’organismo di contatto per tutte le informazioni su Erasmsus+ Sport è l’Ufficio per lo sport, presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri: www.sportgoverno.it
La sede dell'Ufficio per lo sport è in:
Via della Ferratella in Laterano, 51 - 00184 - Roma (Italy)
telefono +39 06.6779.2595  Fax +39 06.6779.3432
ufficiosport.darts@pec.governo.it
 
 
 

Tipo programma: 
2014-2020