Europa per i cittadini 2014-2020 - approvato ufficialmente dal Consiglio dell'Unione europea

Il 15 aprile 2014 il Consiglio dell'Unione europea ha approvato all'unanimità il Regolamento che istituisce il nuovo programma "Europa per i cittadini 2014-2020.

 
Il Programma "Europa per i Cittadini 2014-2020" mira ad avvicinare i cittadini europei all’Unione Europea, proponendosi di colmare la distanza, talvolta dai primi avvertita, dalle istituzioni europee.
 
Coerentemente a tale scopo principale, il Programma supporta economicamente organizzazioni attive nei settori ad esso attinenti e co-finanzia progetti volti al raggiungimento dei suoi obiettivi generali e specifici, di seguito illustrati. 
 
Gli obiettivi specifici del Programma sono :
- sensibilizzare alla memoria, alla storia e ai valori comuni dell'Unione Europea, nonché alle sue finalità, quali la prmozione della pace, dei valori condivisi e del benessere dei suoi cittadini, stimolando il dibattito, la riflessione e lo sviluppo di reti
- incoraggiare la partecipazione democratica e civica dei cittadini a livello di Unione, permettendo ai cittadini di comprendere meglio il processo di elaborazione politica dell'Unione e creando condizioni adeguate per favorire l'impegno sociale, il dialogo interculturale e il volontariato.
 
Seguiranno i seguenti passi :
- Pubblicazione del Regolamento che istituisce il Programma sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione europea ed entrata in vigore del Programma stesso (fine di aprile)
- Pubblicazione della Guida al Programma contenente le informazioni dettagliate sui bandi, sulla modalità di presentazione della candidatura, sulle scadenze: verso l’inizio di maggio
- Scadenza per i progetti di gemellaggio fra città, reti di città e progetti legati alla memoria: 4 giugno – da confermare
- Scadenza per i progetti di gemellaggio fra città, reti di città e progetti della Società Civile: 1 settembre – da confermare
- Infoday sul nuovo Programma “Europa per i Cittadini 2014-2020” organizzato dall’ECP Italy: maggio – la data esatta sarà pubblicata nei prossimi giorni.
 
 
Maggiori informazioni sono disponibili sul sito web dell'Agenzia esecutiva per l'istruzione, gli audiovisivi e la cultura (EACEA) e del Punto di Contatto Nazionale presso il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.