Europa Creativa 2014-2020

Azioni: 

Il programma ha 3 componenti:

  • Una componente Media dedicata al settore audiovisivo (sottoprogramma Media);
  • Una componente culturale dedicata ai settori creativi e culturali (sottoprogramma Cultura);
  • Una componente trans-settoriale dedicata a tutti i settori creativi e culturali (sezione transettoriale);

Le priorità del sottoprogramma MEDIA nel campo del rafforzamento delle capacità del settore audiovisivo europeo di operare a livello transnazionale sono:

  • agevolare l'acquisizione e il miglioramento delle capacità e delle competenze dei professionisti del settore audiovisivo e lo sviluppo di reti, compresi l'uso delle tecnologie digitali in modo da garantire l'adeguamento all'evoluzione del mercato e la sperimentazione di nuovi approcci in relazione allo sviluppo del pubblico e di nuovi modelli di business;
  • aumentare la capacità degli operatori del settore audiovisivo di sviluppare opere audiovisive europee che abbiano le potenzialità per circolare nell'Unione e nel mondo e di agevolare le coproduzioni europee e internazionali, anche con emittenti televisive;
  • incoraggiare gli scambi tra imprese facilitando l'accesso degli operatori del settore audiovisivo ai mercati e agli strumenti d'impresa, in modo da dare maggiore visibilità ai loro progetti sui mercati dell'Unione e internazionali.

Le priorità nel campo della promozione della circolazione transnazionale sono:

  • sostenere la distribuzione nelle sale cinematografiche mediante il marketing transnazionale, il branding, la distribuzione e la presentazione di opere audiovisive;
  • promuovere il marketing, il branding e la distribuzione transnazionali di opere audiovisive su tutte le piattaforme diverse dalle sale cinematografiche;
  • sostenere lo sviluppo del pubblico come strumento per stimolare l'interesse nei confronti delle opere audiovisive europee e migliorare l'accesso alle stesse, in particolare attraverso attività di promozione, manifestazioni, alfabetizzazione cinematografica e festival del cinema;
  • promuovere nuove forme di distribuzione per consentire la nascita di nuovi modelli di business.

Le Misure di sostegno del sottoprogramma MEDIA sono:

  • lo sviluppo di una gamma globale di misure di formazione tese a promuovere l'acquisizione e l'aggiornamento delle capacità e delle competenze dei professionisti del settore audiovisivo, la condivisione delle conoscenze e la creazione di reti, compresa l'integrazione delle tecnologie digitali;
  • lo sviluppo di opere audiovisive europee, in particolare film e opere televisive quali fiction, documentari, film per bambini e di animazione, nonché opere interattive tra cui videogiochi e contenuti multimediali, caratterizzate da maggiori potenzialità di circolazione transfrontaliera;
  • le attività volte a sostenere le società europee di produzione audiovisiva, segnatamente quelle indipendenti, al fine di facilitare le coproduzioni europee e internazionali di opere audiovisive, anche televisive;
  • le attività che aiutino i partner delle coproduzioni europee e internazionali a incontrarsi e/o che forniscano sostegno indiretto alle opere audiovisive coprodotte da fondi di coproduzione internazionali situati in un paese che partecipa al programma;
  • l'agevolazione dell'accesso alle manifestazioni commerciali e ai mercati professionali dell'audiovisivo e utilizzo più agevole degli strumenti d'impresa on-line all'interno e al di fuori dell'Unione;
  • l'istituzione di sistemi di sostegno alla distribuzione di film europei non nazionali attraverso la distribuzione nelle sale cinematografiche e su altre piattaforme, nonché alle attività di vendita internazionale, in particolare la sottotitolazione, il doppiaggio e l'audiodescrizione delle opere audiovisive;
  • l'agevolazione della circolazione dei film europei nel mondo e dei film internazionali nell'Unione su tutte le piattaforme di distribuzione, attraverso progetti di cooperazione internazionale nel settore audiovisivo;
  • una rete di esercenti europei di sale cinematografiche che proietti una quota significativa di film europei non nazionali;
  • iniziative che presentino e promuovano la diversità delle opere audiovisive europee, inclusi i cortometraggi, tra cui festival e altri eventi promozionali;
  • attività finalizzate a promuovere l'alfabetizzazione cinematografica e ad accrescere le conoscenze e l'interesse del pubblico riguardo alle opere audiovisive europee, incluso il patrimonio audiovisivo e cinematografico, in particolare tra il pubblico giovane;
  • azioni innovative di sperimentazione di nuovi modelli e strumenti d'impresa in settori destinati a essere influenzati dall'introduzione e dall'utilizzo delle tecnologie digitali.

 
La priorità del sottoprogramma CULTURA nel campo del rafforzamento delle capacità dei settori culturali e creativi di operare a livello transnazionale sono:

  • sostenere le azioni attraverso le quali gli operatori culturali e creativi acquisiscono le capacità, le competenze e il know- how che contribuiscono al rafforzamento dei settori culturali e creativi, tra l'altro favorendo l'adeguamento alle tecnologie digitali, la sperimentazione di approcci innovativi in relazione allo sviluppo del pubblico e la sperimentazione di nuovi modelli di business e di gestione;
  • sostenere le azioni che consentono agli operatori culturali e creativi di cooperare a livello internazionale e di internazionalizzare la loro carriera e le loro attività nell'Unione e nel mondo, ove possibile sulla base di strategie a lungo termine;
  • sostenere il rafforzamento delle organizzazioni culturali e creative europee e la creazione di reti internazionali al fine di facilitare l'accesso a opportunità professionali.
     

Le priorità nel campo della promozione della circolazione e della mobilità transnazionali sono:

  • sostenere le tournées, le manifestazioni, le mostre e i festival internazionali;
  • sostenere la circolazione della letteratura europea al fine di assicurare la più ampia accessibilità possibile;
  • sostenere lo sviluppo del pubblico come strumento per stimolare l'interesse nei confronti delle opere culturali e creative europee e del patrimonio culturale europeo materiale e immateriale, nonché di migliorarne l'accesso.

Le misure di sostegno del sottoprogramma Cultura sono:

  • i progetti di cooperazione transnazionale che riuniscono organizzazioni culturali e creative di vari paesi nello svolgimento di attività settoriali o transettoriali;
  • le attività delle reti europee di organizzazioni culturali e creative di vari paesi;
  • le attività delle organizzazioni a vocazione europea che incoraggiano lo sviluppo di nuovi talenti e stimolano la mobilità transnazionale degli operatori culturali e creativi e la circolazione delle opere, aventi le potenzialità di esercitare un'ampia influenza sui settori culturali e creativi e di produrre effetti duraturi;
  • la traduzione letteraria e la sua ulteriore promozione;
  • azioni specifiche volte a dare maggiore visibilità alla ricchezza e alla diversità delle culture europee e a stimolare il dialogo interculturale e la comprensione reciproca, compresi i premi culturali dell'Unione, l'azione sulle capitali europee della cultura e l'azione sul marchio del patrimonio europeo.

 
Le misure sostengono, in particolare, progetti senza scopo di lucro.
 
La sezione TRANSETTORIALE sostiene:
Nell'ambito di questa sezione la Commissione ha istitutito uno strumento di garanzia per i settori culturali e creativi, che opera come strumento autonomo ed è istituito e gestito conformemente al titolo VIII del regolamento finanziario.
 
Le priorità dello strumento di garanzia sono:

  • facilitare l'accesso al credito da parte delle PMI, delle micro- organizzazioni e delle organizzazioni di piccole e medie dimensioni nei settori culturali e creativi;
  • migliorare la capacità degli intermediari finanziari partecipanti di valutare i rischi associati alle PMI, alle micro-organizzazioni e alle organizzazioni di piccole e medie dimensioni nei settori culturali e creativi, nonché ai loro progetti, anche mediante misure di assistenza tecnica, di sviluppo di conoscenze e collegamento in rete.
     

La Commissione attua lo strumento di garanzia con modalità di gestione indiretta, affidando i compiti al FEI.
Per promuovere la cooperazione politica transnazionale, la sezione transettoriale sostiene:

  • lo scambio transnazionale di esperienze e di know-how in relazione a nuovi modelli di business e di gestione, ad attività di apprendimento tra pari e alla creazione, tra le organizzazioni culturali e creative e i responsabili politici, di reti legate allo sviluppo dei settori culturali e creativi, promuovendo, ove opportuno, la creazione di reti digitali;
  • la raccolta di dati di mercato, studi, analisi del mercato del lavoro e del fabbisogno in termini di competenze, analisi delle politiche culturali a livello europeo e nazionale e sostegno a indagini statistiche sulla base di strumenti e criteri specifici per ciascun settore e valutazioni, comprese misurazioni di tutti gli aspetti dell'impatto del programma;
  • il pagamento della quota di partecipazione dell'Unione all'Osservatorio per promuovere la raccolta e l'analisi dei dati nel settore audiovisivo;
  • la sperimentazione di nuovi approcci aziendali di tipo transettoriale attinenti al finanziamento, alla distribuzione, e alla monetizzazione delle creazioni;
  • conferenze, seminari e dialogo politico anche nel settore dell'alfabetizzazione culturale e mediatica, promuovendo, ove opportuno, la creazione di reti digitali;
  • i punti di contatto Europa creativa e allo svolgimento dei loro compiti.

Entro il 30 giugno 2014 la Commissione svolge uno studio di fattibilità volto a valutare la possibilità di raccogliere e analizzare i dati dei settori culturali e creativi diversi dal settore audiovisivo, e trasmette i risultati di tale studio al Parlamento europeo e al Consiglio.
In funzione dei risultati dello studio di fattibilità, la Commissione può presentare una proposta di modifica del presente regolamento.
Riceveranno inoltre un sostegno finanziario nell'ambito del programma cinque Premi europei:

  • il premio dell'UE/Europa Nostra per la conservazione del patrimonio culturale,
  • il premio dell'UE per l'architettura contemporanea,
  • il premio unionale per la letteratura,
  • i premi europei Border Breakers Awards, 
  • il premio unionale MEDIA

che vanno ad aggiungersi alle

Paesi partecipanti: 
  • Stati Membri UE
  • Islanda, Norvegia, Liechtenstein e Svizzera
  • Paesi che beneficiano di una strategia di pre-adesione e Paesi dei Balcani occidentali
  • I paesi dello Spazio Europeo del Vicinato

Altri paesi potrebbero partecipare ad azioni specifiche.
I Paesi candidati, i Paesi candidati potenziali  e i paesi dello Spazio Europeo del Vicinato sono esclusi dalla partecipazione allo strumento di garanzia.
Il programma è aperto ad azioni di cooperazione bilaterale o multilaterale mirate ai paesi o regioni selezionati sulla base di stanziamenti supplementari versati da tali paesi o regioni e di disposizioni specifiche da concordare con gli stessi.
 
Il programma consente la cooperazione e azioni comuni con paesi che non partecipano al programma e con le organizzazioni internazionali attive nei settori culturali e creativi quali l'Unesco, il Consiglio d'Europa, l'OCSE o l'OMPI sulla base di contributi comuni finalizzati alla realizzazione degli obiettivi del programma.
 
 
 

Obiettivi: 

Il programma Europa creativa sostituisce i seguenti tre programmi del periodo di programmazione 2007-2013

  • Cultura
  • Media
  • Media Mundus

Il nuovo programma sostiene il cinema europeo e i settori culturali e creativi, permettendo loro di contribuire maggiormente all'occupazione e alla crescita. Beneficiari del programma saranno artisti, professionisti della cultura e organizzazioni culturali in ambiti quali le arti dello spettacolo, le belle arti, l'editoria, il cinema, la TV, la musica, le arti interdisciplinari, il patrimonio culturale e l'industria dei videogiochi permettendo loro di operare in tutta Europa, raggiungere nuovi pubblici e sviluppare le abilità necessarie nell'era digitale. Aiutando le opere culturali europee a raggiungere nuovi pubblici in altri paesi, il nuovo programma contribuirà anche a proteggere e promuovere la diversità culturale e linguistica dell'Europa.
 
 
Gli obiettivi generali del programma sono:

  • proteggere, sviluppare e promuovere la diversità culturale e linguistica europea nonché promuovere il patrimonio culturale dell'Europa;
  • rafforzare la competitività dei settori culturali e creativi europei, in particolare del settore audiovisivo, al fine di promuovere una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva.

Gli obiettivi specifici del programma sono i seguenti:

  • sostenere la capacità dei settori culturali e creativi europei di operare a livello transnazionale e internazionale;
  • promuovere la circolazione transnazionale delle opere culturali e creative e la mobilità transnazionale degli operatori culturali e creativi, in particolare degli artisti, nonché raggiungere nuovi e più ampi destinatari e migliorare l'accesso alle opere culturali e creative nell'Unione e nel mondo, con un accento particolare sui bambini, sui giovani, sulle persone con disabilità e sui gruppi sottorappresentati;
  • rafforzare in modo sostenibile la capacità finanziaria delle PMI, delle micro-organizzazioni e delle organizzazioni di piccole e medie dimensioni nei settori culturali e creativi, adoperandosi nel contempo per assicurare una copertura geografica e una rappresentazione settoriale equilibrate;
  • favorire lo sviluppo di politiche, l'innovazione, la creatività, lo sviluppo del pubblico e nuovi modelli di business e di gestione attraverso il sostegno della cooperazione politica transnazionale.
     
Beneficiari: 
  • Organizzazioni culturali e dell’audiovisivo, della musica, delle arti e dello spettacolo.

Europa creativa NON consente domande presentate da privati cittadini.
artisti e professionisti della cultura, così come istituti di formazione, saranno tuttavia raggiunti grazie ai progetti presentati da organizzazioni culturali.

Finanziamento: 

La dotazione finanziaria prevista è di 1,462,72 milioni di euro.
Il programma stanzia:

  • circa il 56% del suo bilancio per il sottoprogramma MEDIA 
  • circa  31% per il sottoprogramma Cultura.
  • Circa il 13% del bilancio sarà destinato al filone intersettoriale, compreso il sostegno ai 'Desk Europa Creativa' in ciascun paese partecipante che forniranno consulenze ai beneficiari potenziali.

Circa 60 milioni di euro sono poi destinati alla cooperazione strategica e alla promozione di approcci innovativi in tema di costruzione dell'audience e di nuovi modelli imprenditoriali.

Prossima scadenza: 
23/11/2016
Altre scadenze: 

Inviti a presentare proposte
Sottoprogramma Cultura

23/11/2016 - Invito a presentare proposte ""sostegno a favore di progetti di cooperazione europea 2017" - Identificativo dell'invito: EACEA/45/2016

 

Sottoprogramma Media:

 

24/11/2016 - Invito a presentare proposte "Sostegno alla programmazione televisiva di opere audiovisive europee" (I scadenza) - Identificativo dell'invito: EACEA 23/2016

24/11/2016 - Invito a presentare proposte  “Sostegno ai festival cinematografici” (I scadenza) - Identificativo dell'invito: EACEA 16/2016

01/12/2016 - Invito a presentare proposte ""Sostegno alla distribuzione di film non-nazionali – La distribuzione Sistema Cinema Selettivo" - Identificativo dell'invito: EACEA 19/2016

01/03/2017 - Invito a presentare proposte - "Distribution - Support to sales agents" - Identificativo dell'invito: EACEA/07/2015

24/04/2017 - Invito a presentare proposte EACEA 20/2016  – Sotto-programma MEDIA – Sostegno per lo sviluppo di contenuti di singoli progetti

27/04/2017 - Invito a presentare proposte  “Sostegno ai festival cinematografici” (II scadenza) - Identificativo dell'invito: EACEA 16/2016

25/05/2017 - Invito a presentare proposte "Sostegno alla programmazione televisiva di opere audiovisive europee" (II scadenza) - Identificativo dell'invito: EACEA 23/2016

14/06/2017 - Invito a presentare proposte "Sostegno alla distribuzione di film non-nazionali – La distribuzione Sistema Cinema Selettivo" - Identificativo dell'invito: EACEA 19/2016

 

 

I bandi sono consultabili sul seguente link.

Durata: 

2014-2020

Documentazione: 

Regolamento (UE) n. 1295/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, dell'11 dicembre 2013, che istituisce il programma Europa creativa (2014-2020) e che abroga le decisioni n. 1718/2006/CE, n. 1855/2006/CE e n. 1041/2009/CE - Gazzetta Ufficiale dell'Unione europea, serie L 347 del 20 dicembre 2013
Decisione n. 445/2014/UE del Parlamento e del Consiglio, del 16 aprile 2014, che istituisce un'azione dell'Unione "Capitali europee della cultura" per gli anni dal 2020 al 2033 e che abroga la decisione n. 1622/2006/CE - Gazzetta Ufficiale dell'Unione europea, serie L 132 del 3 maggio 2014
Brochure, in lingua italiana, di presentazione del programma.
Presentazione in Power Point della Commissione europea sul programma.
Punti di contatto a livello nazionale
Culture Sub-programme
Ministero per i Beni e le Attività Culturali
Mrs.Leila Nista
Via Milano 76, 00184 Roma - Italy
Tel: +39 / 06 67232639; +39 / 0648291222
E-Mails: antennaculturale@beniculturali.it - leilagiuseppina.nista@beniculturali.it
Technical Assistance/ Help Desk
Marzia Santone: tel. 0039-06-48291338
Maria Cristina Lacagnina: tel. 0039-06-48291312
E-mail: ccpitaly@beniculturali.it
Website: cultura.cedesk@beniculturali.it
 
Banca dati ricerca partner Europa Creativa
http://cultura.cedesk.beniculturali.it/partnersearch/
 
MEDIA Sub-programme
MEDIA Office Italia
Giuseppe Massaro
Cinecittà Luce
Via Tuscolana 1055, 00173 Roma
E-mail: info@mediadeskitalia.eu
Tel.: 39 06 72286409 - Fax: 39 06 7221127

MEDIA Office Torino
Silvia Sandrone
c/o Associazione F.E.R.T., Cineporto, Via Cagliari 42, I -10153 Torino
E-mail: info@antennamediatorino.eu
Tel.: 39 011 53 98 53 - Fax: 39 011 53 14 90

Tipo programma: 
2014-2020
Argomento: