Europa Creativa 2021-2017 (proposta)

Azioni: 

La proposta di un nuovo programma Europa creativa rientra nel capitolo "Investire nelle persone" della proposta di bilancio a lungo termine dell'UE.
La proposta della Commissione di rafforzamento dei settori culturali e creativi dell'UE si concentra su tre settori: MEDIA - Il programma Europa creativa a sostegno dell'industria cinematografica e audiovisiva dell'UE; cultura; azioni intersettoriali.
Sezione CULTURA 

 

La sezione "CULTURA" ha le seguenti priorità: 

  • rafforzare la dimensione e la circolazione transfrontaliere di opere e operatori culturali e creativi; 
  • incrementare la partecipazione culturale in Europa;
  • promuovere la resilienza e l'inclusione sociali mediante la cultura e il patrimonio culturale;
  • incrementare la capacità dei settori culturali e creativi europei di prosperare e di generare occupazione e crescita;
  • rafforzare l'identità e i valori europei mediante la sensibilizzazione culturale, l'educazione artistica e la creatività basata sulla cultura nel campo dell'istruzione;
  • promuovere lo sviluppo delle capacità a livello internazionale dei settori culturali e creativi europei al fine di renderli attivi sul piano internazionale;
  • contribuire alla strategia globale dell'Unione per le relazioni internazionali mediante la diplomazia culturale.

Sezione MEDIA 

 

La sezione "MEDIA" ha le seguenti priorità: 

  • coltivare talenti e competenze e stimolare la collaborazione e l'innovazione nella creazione e produzione di opere audiovisive europee;  .
  • migliorare la distribuzione cinematografica e online e fornire un più ampio accesso transfrontaliero alle opere audiovisive europee, anche mediante modelli commerciali innovativi e l'uso di nuove tecnologie;  .
  • promuovere le opere audiovisive europee e sostenere l'allargamento e la diversificazione del pubblico all'interno e al di fuori dell'Europa. .

Queste priorità saranno perseguite sostenendo la creazione, la promozione, l'accesso e la diffusione di opere europee aventi le potenzialità di raggiungere un vasto pubblico all'interno e al di fuori dell'Europa, adattandosi così ai nuovi sviluppi del mercato e accompagnando l'attuazione della direttiva sui servizi di media audiovisivi.  

 

Sezione TRANSETTORIALE  

 

La "sezione TRANSETTORIALE" ha le seguenti priorità: 

  • sostenere la cooperazione programmatica transettoriale transnazionale, anche per quanto riguarda il ruolo della cultura nell'inclusione sociale, promuovere la conoscenza del programma e sostenere la trasferibilità dei risultati;  .
  • promuovere approcci innovativi alla creazione, all'accesso, alla distribuzione e alla promozione di contenuti in tutti i settori culturali e creativi;  .
  • promuovere attività trasversali riguardanti diversi settori e tese all'adeguamento ai cambiamenti strutturali cui deve far fronte il settore dei media, compresa la promozione di un ambiente mediatico libero, diversificato e pluralistico, del giornalismo di qualità e dell'alfabetizzazione mediatica; .
  • istituire e sostenere punti di contatto volti a promuovere il programma nei rispettivi paesi e favorire la cooperazione transfrontaliera all'interno dei settori culturali e creativi. .

 

Paesi partecipanti: 

Sono ammessi a partecipare i seguenti paesi:

  • uno Stato membro o un paese o territorio d'oltremare a esso connesso;
  • un paese terzo associato al programma; 
  • un paese terzo elencato nel programma di lavoro;

 

Il programma è aperto ai seguenti paesi terzi: 

  • i membri dell'Associazione europea di libero scambio (EFTA) che sono membri dello Spazio economico europeo (SEE), conformemente alle condizioni stabilite nell'accordo SEE;
  • i paesi in via di adesione, i paesi candidati e potenziali candidati conformemente ai principi e alle condizioni generali per la partecipazione di tali paesi ai programmi dell'Unione stabiliti nei rispettivi accordi quadro e nelle rispettive decisioni dei consigli di associazione o in accordi analoghi, e alle condizioni specifiche stabilite negli accordi tra l'Unione e tali paesi;
  • i paesi interessati dalla politica europea di vicinato conformemente ai principi e alle condizioni generali per la partecipazione di tali paesi ai programmi dell'Unione stabiliti nei rispettivi accordi quadro e nelle rispettive decisioni dei consigli di associazione o in accordi analoghi, e alle condizioni specifiche stabilite negli accordi tra l'Unione e tali paesi;
  • altri paesi, conformemente alle condizioni stabilite in un accordo unico specifico riguardante la partecipazione dei paesi terzi a programmi dell'Unione, purché tale accordo:
    • garantisca un giusto equilibrio tra i contributi e i benefici per il paese terzo che partecipa ai programmi dell'Unione;
    • stabilisca le condizioni per la partecipazione ai programmi, compreso il calcolo dei contributi finanziari ai singoli programmi e i rispettivi costi amministrativi;
    • non conferisca al paese terzo poteri decisionali riguardo al programma;
    • garantisca all'Unione il diritto di assicurare una sana gestione finanziaria e di tutelare i propri interessi finanziari.
Obiettivi: 

Gli obiettivi generali del programma sono i seguenti:

  • promuovere la cooperazione europea in materia di diversità culturale e linguistica e di patrimonio culturale;
  • rafforzare la competitività dei settori culturali e creativi, in particolare quello audiovisivo.

Gli obiettivi specifici del programma sono i seguenti:

  • valorizzare la dimensione economica, sociale ed esterna della cooperazione a livello europeo al fine di sviluppare e promuovere la diversità culturale europea e il patrimonio culturale europeo, irrobustire la competitività dei settori culturali e creativi europei e rinsaldare le relazioni culturali internazionali;
  • promuovere la competitività e la scalabilità dell'industria audiovisiva europea;
  • promuovere la cooperazione programmatica e azioni innovative a sostegno di tutte le sezioni del programma, compresa la promozione di un ambiente mediatico diversificato e pluralistico, dell'alfabetizzazione mediatica e dell'inclusione sociale.

Il programma comprende le seguenti sezioni:  .

  • "CULTURA", che riguarda i settori culturali e creativi, ad eccezione del settore audiovisivo; .
  • "MEDIA", che riguarda il settore audiovisivo; .
  • "sezione TRANSETTORIALE", che riguarda le attività in tutti i settori culturali e creativi. 
Beneficiari: 

Sono ammessi a partecipare i seguenti soggetti: 

  • i soggetti giuridici stabiliti in uno dei seguenti paesi:
    • uno Stato membro o un paese o territorio d'oltremare a esso connesso;
    • un paese terzo associato al programma; 
    • un paese terzo elencato nel programma di lavoro;
  • i soggetti giuridici costituiti a norma del diritto dell'Unione o le organizzazioni internazionali.

Sono eccezionalmente ammessi a partecipare i soggetti giuridici stabiliti in un paese terzo che non è associato al programma, ove ciò sia necessario per il conseguimento degli obiettivi di una determinata azione. I soggetti giuridici stabiliti in un paese terzo che non è associato al programma dovrebbero, in linea di principio, sostenere i costi di partecipazione.

 

Ai seguenti soggetti possono essere concesse sovvenzioni senza invito a presentare proposte:

  • la European Film Academy;
  • l'Orchestra dei giovani dell'Unione europea. 
Finanziamento: 

Nel quadro del prossimo bilancio a lungo termine dell'UE per il periodo 2021-2027, la Commissione ha proposto di aumentare i fondi per il programma Europa creativa portandoli a 1,85 miliardi di €.

  • MEDIA: 1,081 miliardi di € saranno destinati al finanziamento di progetti audiovisivi e all'incentivazione della competitività del settore audiovisivo in Europa. Il programma MEDIA continuerà a sostenere lo sviluppo, la distribuzione e la promozione di film, programmi televisivi e videogiochi europei. Nei prossimi anni aumenteranno gli investimenti nella promozione e nella distribuzione di opere e narrativa innovativa europee, compresa la realtà virtuale, a livello internazionale. Sarà creato un repertorio online di film dell'UE per rafforzare la visibilità e l'accessibilità delle opere europee. 
  • CULTURA: 609 milioni di € a titolo del nuovo bilancio saranno destinati alla promozione dei settori culturali e creativi europei. Saranno istituiti progetti, reti e piattaforme di cooperazione per collegare tra loro gli artisti di talento presenti in tutta Europa e per agevolare la cooperazione transfrontaliera dei creatori. 
  • AZIONI TRANSETTORIALI PER I SETTORI CULTURALI E DEI MEDIA: 160 milioni di € saranno destinati al finanziamento delle PMI e di altre organizzazioni dei settori culturali e creativi. I fondi saranno anche utilizzati per favorire la cooperazione a livello di politiche culturali nell'UE, per promuovere un ambiente mediatico libero, diversificato e pluralistico e per sostenere un giornalismo di qualità e l'attività di alfabetizzazione mediatica.
Durata: 

2021-2017

Documentazione: 

Proposta di REGOLAMENTO DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO che istituisce il programma Europa creativa (2021-2027) e che abroga il regolamento (UE) n. 1295/2013

Un budget per il futuro "Coesione e valori".

Tipo programma: 
2021-2027
Argomento: