Europa creativa: Bando sottoprogramma Cultura. Bando per progetti di cooperazione europea

Scade il 5 marzo 2014 l'invito a presentare proposte pubblicato nell'ambito del sottoprogramma "Cultura" programma "Europa creativa" per progetti di cooperazione europea

Il presente invito a formulare proposte è subordinato all’adozione definitiva del regolamento che istituisce il programma “Europa creativa” (2014-2020)
Le priorità del sottoprogramma Cultura sono:

  • il rafforzamento della capacità dei settori culturali e creativi di operare a livello transnazionale e internazionale 
  • la promozione della circolazione e della mobilità transnazionale.

Per realizzare le priorità definite nel regolamento, il sottoprogramma Cultura fornirà sostegno:

  • ai progetti di cooperazione transnazionale che riuniscono organizzazioni culturali e creative di
  • vari paesi nello svolgimento di attività settoriali o transettoriali;
  • alle attività delle reti europee di organizzazioni culturali e creative di vari paesi;
  • alle attività delle organizzazioni a vocazione europea, che promuovono lo sviluppo di nuovi talenti nonché la mobilità transnazionale di operatori culturali e creativi e la circolazione delle opere e che sono dotate del potenziale necessario per esercitare un’ampia influenza nei settori culturali e creativi e produrre risultati duraturi;
  • alla traduzione in ambito letterario e all’ulteriore promozione delle opere letterarie tradotte.

La partecipazione ai progetti è aperta agli operatori culturali e creativi attivi nei settori culturali e creativi che siano stabiliti in uno dei paesi partecipanti al sottoprogramma Cultura. La partecipazione ai progetti è aperta agli operatori culturali che, alla scadenza fissata per la presentazione delle candidature, hanno una personalità giuridica da almeno due anni e sono in grado di dimostrare il loro stato di persona giuridica. Le persone fisiche non possono presentare la domanda di sovvenzione.
Possono partecipare i seguenti Paesi:

  • gli Stati membri dell’Unione Europea e i paesi e territori d’oltremare a;
  • i paesi aderenti e i paesi candidati effettivi e potenziali che beneficiano di una strategia di preadesione;
  • i paesi EFTA membri dell’accordo SEE;
  • la Confederazione svizzera, in forza di un accordo bilaterale da concludere con tale paese;
  • i paesi interessati dalla politica europea di vicinato.

L’Agenzia può inoltre selezionare proposte provenienti da candidati stabiliti in paesi terzi purché, alla data della decisione di aggiudicazione, siano stati sottoscritti accordi che definiscano le modalità di partecipazione di tali paesi al programma istituito dal suddetto regolamento.
 
La scadenza del 5 marzo dell'invito a presentare proposte EAC/S16/2013 riguarda i progetti di cooperazione culturale a livello transnazionale i cui obiettivi principali riguardano:

  • il rafforzamento della capacità dei settori culturali e creativi europei di operare sul piano transnazionale e internazionale, 
  • la promozione della circolazione transnazionale delle opere culturali e creative e della mobilità transnazionale degli operatori culturali e creativi, con particolare riguardo per gli artisti.

Le priorità in termini di rafforzamento della capacità dei settori culturali e creativi di operare a livello transnazionale sono le
seguenti:

  • supportare azioni che forniscano agli operatori culturali e creativi competenze, capacità e know-how adeguati a contribuire al rafforzamento dei settori culturali e creativi, l’adattamento alle tecnologie digitali, collaudando approcci innovativi per lo sviluppo del pubblico e sperimentando nuovi modelli imprenditoriali e gestionali;
  • sostenere azioni che consentano agli operatori culturali e creativi di collaborare a livello internazionale e di internazionalizzare le loro carriere e attività, nell’Unione europea e non solo, ove possibile mediante strategie di lungo termine;
  • fornire sostegno per rafforzare le organizzazioni culturali e creative in Europa e la collaborazione in rete a livello internazionale, al fine di facilitare l’accesso alle opportunità professionali.

Le priorità ai fini della promozione della circolazione e della mobilità transnazionali sono le seguenti:

  • sostenere attività culturali di respiro internazionale quali mostre, scambi e festival;
  • supportare la circolazione della letteratura europea onde garantire la più ampia accessibilità possibile;
  • sostenere lo sviluppo del pubblico come strumento per stimolare interesse nei confronti delle opere
  • culturali e creative europee, oltre che verso il patrimonio culturale tangibile e intangibile, nonché per
  • migliorare l’accesso a tale patrimonio.

Scopo degli interventi di sviluppo del pubblico è aiutare gli artisti/operatori culturali europei e le loro opere a raggiungere un pubblico il più possibile ampio in Europa ed estendere l'accesso alle opere culturali da parte dei gruppi sottorappresentati. Tali interventi si prefiggono inoltre l’obiettivo di aiutare le organizzazioni culturali ad adeguarsi alla necessità di rapportarsi con il pubblico in maniera nuova e innovativa, sia per mantenere il pubblico esistente che per acquisire nuovo pubblico, ma anche per diversificare il pubblico, raggiungendo gli attuali “non pubblici”, e per migliorare l’esperienza del pubblico attuale e di quello futuro, intensificando il rapporto instaurato.
 
Questa misura vanta un approccio flessibile e interdisciplinare. I progetti possono focalizzarsi su una o più priorità, in corrispondenza di uno o più punti della catena di valore in uno o più settori culturali e creativi.
 
Ulteriori informazioni sul presente invito a presentare proposte sono disponibili sul sito web dedicato al programma.
 
 

Tag: 
Data : 
11 Dicembre, 2013
Data fine: 
5 Marzo, 2014