Europa creativa. Bando sottoprogramma Cultura per le reti europee

Scade il 19 marzo 2014 l'invito a presentare proposte pubblicato nell'ambito del sottoprogramma "Cultura" programma "Europa creativa" per le "reti europee"

 
Il presente invito a formulare proposte è subordinato all’adozione definitiva del regolamento che istituisce il programma “Europa creativa” (2014-2020)
Le priorità del sottoprogramma Cultura sono:

  • il rafforzamento della capacità dei settori culturali e creativi di operare a livello transnazionale e internazionale
  • la promozione della circolazione e della mobilità transnazionale.

Per realizzare le priorità definite nel regolamento, il sottoprogramma Cultura fornirà sostegno:

  • ai progetti di cooperazione transnazionale che riuniscono organizzazioni culturali e creative di vari paesi nello svolgimento di attività settoriali o transettoriali;
  • alle attività delle reti europee di organizzazioni culturali e creative di vari paesi;
  • alle attività delle organizzazioni a vocazione europea, che promuovono lo sviluppo di nuovi talenti nonché la mobilità transnazionale di operatori culturali e creativi e la circolazione delle opere e che sono dotate del potenziale necessario per esercitare un’ampia influenza nei settori culturali e creativi e produrre risultati duraturi;
  • alla traduzione in ambito letterario e all’ulteriore promozione delle opere letterarie tradotte.

La partecipazione ai progetti è aperta agli operatori culturali e creativi attivi nei settori culturali e creativi che siano stabiliti in uno dei paesi partecipanti al sottoprogramma Cultura. La partecipazione ai progetti è aperta agli operatori culturali che, alla scadenza fissata per la presentazione delle candidature, hanno una personalità giuridica da almeno due anni e sono in grado di dimostrare il loro stato di persona giuridica. Le persone fisiche non possono presentare la domanda di sovvenzione.
Possono partecipare i seguenti Paesi:

  • gli Stati membri dell’Unione Europea e i paesi e territori d’oltremare a;
  • i paesi aderenti e i paesi candidati effettivi e potenziali che beneficiano di una strategia di preadesione;
  • i paesi EFTA membri dell’accordo SEE;
  • la Confederazione svizzera, in forza di un accordo bilaterale da concludere con tale paese;
  • i paesi interessati dalla politica europea di vicinato.

L’Agenzia può inoltre selezionare proposte provenienti da candidati stabiliti in paesi terzi purché, alla data della decisione di aggiudicazione, siano stati sottoscritti accordi che definiscano le modalità di partecipazione di tali paesi al programma istituito dal suddetto regolamento.
 
La scadenza del 19 marzo 2014 dell'invito a presentare proposte EAC/S18/2013 per le reti europee offre sovvenzioni per azioni alle reti europee attive nei settori culturali e creativi. Si tratta di gruppi strutturati di organizzazioni che rappresentano i settori culturali e creativi, il cui obiettivo è rafforzare la capacità di tali settori di operare a livello transnazionale e internazionale e di adattarsi ai cambiamenti allo scopo di raggiungere gli obiettivi generali di facilitare e stimolare la diversità culturale e linguistica oltre che di rafforzare la competitività di tali settori, anche attraverso interventi di promozione dell’innovazione.
Poiché il sostegno alle reti europee dovrà avere un effetto strutturante sugli operatori dei settori culturali e creativi, gli aiuti saranno concessi a un numero limitato di reti ad ampia copertura in un ventaglio equilibrato di settori. Saranno apprezzate, ove possibile, maggiori sinergie tra le reti esistenti, al fine di consolidarne la struttura organizzativa e finanziaria e di evitare duplicazioni di interventi.
Le priorità del programma, in riferimento alle quali si chiede specificamente ai candidati di strutturare la propria proposta, riguardano il rafforzamento della capacità del settore di operare a livello transnazionale, segnatamente:

  • supportare azioni che forniscano agli operatori culturali e creativi competenze, capacità e know-how adeguati a contribuire al rafforzamento dei settori culturali e creativi, anche promuovendo l’adattamento alle tecnologie digitali, collaudando approcci innovativi per lo sviluppo del pubblico e sperimentando nuovi modelli imprenditoriali e gestionali;
  • sostenere azioni che consentano agli operatori culturali e creativi di collaborare a livello internazionale e di internazionalizzare le loro carriere e attività nell’Unione europea e non solo, ove possibile mediante strategie di lungo termine;
  • fornire sostegno per rafforzare le organizzazioni culturali e creative in Europa e la collaborazione in rete a livello internazionale, al fine di facilitare l’accesso alle opportunità professionali.

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito web dedicato al programma.
 

Tag: 
Data : 
11 Dicembre, 2013
Data fine: 
19 Marzo, 2014