Europa Creativa: sottoprogramma MEDIA - "Sostegno alla programmazione televisiva di opere audiovisive europee" - II scadenza

Scade il 13 giugno 2014 l'invito a presentare proposte pubblicato nell'ambito del sottoprogramma "Media" programma "Europa creativa" per il “Sostegno alla programmazione televisiva di opere audiovisive europee”.

Il presente invito a formulare proposte è subordinato all’adozione definitiva del regolamento che istituisce il programma “Europa creativa” (2014-2020).
Il sottoprogramma MEDIA fornisce un sostegno per lo sviluppo e la diffusione di opere audiovisive europee quali film e opere per la televisione (fiction, documentari, film di animazione e per bambini) nonché opere interattive (videogiochi e multimediali). Prevede inoltre la realizzazione di attività volte a sostenere le società di produzione audiovisiva europee, in particolare quelle indipendenti, al fine di facilitare le coproduzioni europee e internazionali di opere audiovisive comprese quelle per la televisione.
 
Le priorità del sottoprogramma Media sono:

  • sostenere la distribuzione nelle sale cinematografiche mediante il marketing transnazionale, il branding, la distribuzione e la presentazione di opere audiovisive.
  • istituzione di sistemi di sostegno alla distribuzione di film europei non nazionali tramite distribuzione nelle sale cinematografiche nonché su tutte le altre piattaforme e alle attività di vendita internazionale, in particolare il doppiaggio, la sottotitolazione e l'audiodescrizione delle opere audiovisive.

 
La partecipazione ai progetti è riservata a società europee indipendenti di produzione audiovisiva produttrici di maggioranza dell'opera.
 I candidati devono avere sede in uno dei paesi partecipanti al sottoprogramma MEDIA e appartenere direttamente o tramite partecipazione maggioritaria a cittadini di tali paesi.
I seguenti paesi sono ammissibili purché siano soddisfatte tutte le condizioni di cui all'articolo 8 del regolamento che istituisce il programma Europa creativa e la Commissione abbia avviato negoziati con il paese:

  • Stati membri dell'UE;
  • paesi aderenti e paesi candidati effettivi e potenziali che beneficiano di una strategia di preadesione, conformemente ai principi generali e alle condizioni generali per la partecipazione di tali paesi ai programmi dell'Unione istituiti a norma dei rispettivi accordi quadro, decisioni dei consigli di associazione o accordi analoghi;
  • paesi EFTA membri del SEE, a norma delle disposizioni dell'accordo SEE;
  • la Confederazione svizzera, in forza di un accordo bilaterale da concludere con tale paese;
  • paesi dello spazio europeo di vicinato, secondo le procedure definite con tali paesi in base agli accordi quadro che prevedono la loro partecipazione ai programmi dell'Unione europea.

Le proposte dei candidati di paesi non appartenenti all'UE possono essere selezionati a condizione che, alla data della decisione di concessione, siano stati firmati accordi che fissano le modalità per la partecipazione di tali paesi al programma stabilito dal regolamento di cui sopra.

Nell’ ambito dell'invito a presentare proposte EAC/S24/2013: “Sostegno alla programmazione televisiva di opere audiovisive europee”, si specifica che l’opera audiovisiva proposta deve essere una produzione televisiva europea indipendente (fiction, animazione o documentario creativo) che preveda la partecipazione di almeno tre società televisive di vari Stati membri dell'Unione europea o paesi partecipanti al programma.
 
I diritti di sfruttamento dell'opera concessi alle emittenti devono tornare al produttore dopo un periodo massimo di 7 anni per le prevendite e di 10 anni per le coproduzioni.
Almeno il 50% del finanziamento totale stimato della produzione deve essere garantito da fonti di finanziamento terze e il bilancio di produzione deve essere coperto almeno al 50% da fonti europee.
La candidatura deve essere presentata al più tardi il primo giorno delle riprese.
 
La durata minima dei progetti è di 30 o di 42 mesi (se si tratta di una serie).
 
La dotazione complessiva disponibile è 11,8 milioni di EUR.
 
Per le opere drammatiche e di animazione il contributo finanziario non può essere superiore a 500 000 EUR o al 12,50% dei costi totali ammissibili, se quest'ultima cifra è più bassa.
 
Solo per le serie televisive co-prodotte, di genere drammatico, con un bilancio di produzione ammissibile di almeno 10 milioni di EUR (costituite di almeno 6 episodi di durata non inferiore a 45 minuti ciascuno) può essere richiesto un contributo massimo di 1 milione di EUR.
 
Per i documentari creativi il contributo finanziario non può essere superiore a 300 000 EUR o al 20% dei costi totali ammissibili, se quest'ultima cifra è più bassa.
 
 
Altre informazioni
Il testo completo delle linee guida e i moduli di domanda si possono trovare al seguente indirizzo Internet:
 
http://ec.europa.eu/culture/media/fundings/creative-europe/call_8_en.htm
 
Le candidature devono soddisfare tutte le condizioni figuranti nelle linee guida e vanno presentate utilizzando gli appositi moduli online.

Data : 
11 Dicembre, 2013
Data fine: 
13 Giugno, 2014