Fondo europeo per la difesa 2021-2027 (proposta)

Azioni: 

Il Fondo europeo per la difesa comprende due sezioni:

  • Ricerca: l'elemento "ricerca" del Fondo sta già dando risultati. A partire dal 2017 l'UE concederà, per la prima volta, sovvenzioni destinate alla ricerca collaborativa in tecnologie e prodotti per la difesa innovativi, interamente e direttamente finanziate dal bilancio dell'UE. I progetti ammissibili al finanziamento dell'UE si concentreranno sui settori prioritari precedentemente concordati dagli Stati membri e possono comprendere l'elettronica, i metamateriali, i software cifrati o la robotica. 
  • Sviluppo e acquisizione: il Fondo introdurrà incentivi affinché gli Stati membri cooperino nello sviluppo congiunto e nell'acquisizione di tecnologie e materiali di difesa attraverso il cofinanziamento a titolo del bilancio dell'UE e il sostegno pratico della Commissione. Gli Stati membri possono ad esempio investire congiuntamente nello sviluppo della tecnologia dei droni o della comunicazione via satellite, o acquistare in blocco elicotteri per ridurre i costi. Saranno ammissibili solo i progetti collaborativi e una parte della dotazione complessiva sarà destinata ai progetti che comportano la partecipazione transfrontaliera delle PMI

Un Fondo europeo per la difesa ambizioso contribuirà alla creazione di un'Unione europea che protegge e difende i suoi cittadini ed è complementare agli altri due fili conduttori: il piano di attuazione della strategia globale in materia di sicurezza e di difesa, che definisce un nuovo grado di ambizione per l'Unione e individua una serie di azioni finalizzate alla sua realizzazione, e l'attuazione della dichiarazione congiunta UE-NATO firmata dal Presidente del Consiglio europeo, dal Presidente della Commissione e dal Segretario generale della NATO.

 

Con il sostegno del Parlamento europeo e degli Stati membri, il Fondo europeo per la difesa può diventare rapidamente il motore per lo sviluppo dell'Unione della sicurezza e della difesa che i cittadini si aspettano.

Obiettivi: 

Il Fondo europeo per la difesa mira a coordinare, integrare e amplificare gli investimenti nazionali per la ricerca nel settore della difesa, nello sviluppo di prototipi e nell'acquisizione di tecnologie e materiali di difesa.

 

Il Fondo sosterrà la ricerca collaborativa nel settore della difesa e lo sviluppo congiunto di capacità di difesa. Esso costituirà quindi un punto di svolta per l'autonomia strategica dell'UE e per la competitività dell'industria europea della difesa, comprese le numerose PMI e imprese a media capitalizzazione che costituiscono la catena di approvvigionamento della difesa europea.

Finanziamento: 
  • Ricerca: I finanziamenti per la ricerca saranno i seguenti:
    • 90 milioni di euro stanziati fino alla fine del 2019, con 25 milioni di euro stanziati per il 2017. 
    • 500 milioni di eurol'anno dopo il 2020.
  • Sviluppo e acquisizione: Il cofinanziamento offerto dall'UE sarà pari a:
    • una dotazione complessiva pari a 500 milioni di euro per il 2019 e il 2020 nel quadro di un programma specifico di sviluppo del settore industriale della difesa.
    • 1 miliardo di euro l'anno dopo il 2020. Un programma più ingente verrà preparato per il periodo successivo al 2020, con una dotazione annua stimata di 1 miliardo di euro. Il programma incentiverà i finanziamenti nazionali con un effetto moltiplicatore atteso pari a 5 e potrebbe pertanto generare investimenti complessivi nello sviluppo di capacità di difesa pari a 5 miliardi di euro l'anno dopo il 2020.
Durata: 

2021-2027

Documentazione: 

Brochure: The European Defence Fund
Proposta di Regolamento per il Fondo europeo per la difesa.
 

Tipo programma: 
2021-2027