Giustizia. Bando "Per la realizzazione di una piattaforma web-based sulle mutilazioni genitali femminili - sovvenzioni per azioni 2014"

L’8 gennaio 2015 alle ore 12 scade il termine per presentare le candidature per il bando “Progetto (i) per una piattaforma web-based riguardante le mutilazioni genitali femminili (FMG) – Progetto Pilota

 
 L’8 gennaio 2015 alle ore 12 scade il termine per presentare le candidature per il bando “Progetto (i) per una piattaforma web-based riguardante le mutilazioni genitali femminili (FMG) – Progetto Pilota, pubblicato nell'ambito del "programma  diritti, uguaglianza e cittadinanza" della Commissione europea.
La Commissione europea, nella sua strategia per la parità tra donne e uomini 2010-2015, si è impegnata a proseguire ed a intensificare le sue attività nel campo della parità di genere in sei settori prioritari, tra i quali la dignità, integrità e fine della violenza basata sul genere, con particolare riferimento alla fine delle mutilazioni genitali femminili (FMG).
ll presente invito a presentare proposte per uno o più sovvenzione per azioni è basato sul Programma di lavoro annuale 2014 del Progetto Pilota "Realizzazione di una piattaforma web di conoscenza per i professionisti che si occupano di mutilazione genitale femminile". Esso mira a co-finanziare uno o più progetti transnazionali che si propone di sviluppare una piattaforma web-based riguardanti le conoscenze sulle mutilazioni genitali femminili (MGF).
 
Descrizione delle attività finanziabilli
Attraverso questo invito a presentare proposte, la Commissione europea sosterrà preferibilmente un unico progetto finalizzato a:
 
 1) lo sviluppo e la manutenzione di una piattaforma on-line, tra cui:

a) e-learning sui diversi aspetti della MGF;
b) sviluppo di pagine web con informazioni specifiche riguardanti i specifici paesi compresa la legislazione pertinente (legislazione nazionale e legislazione comunitaria)
 
2) divulgazione della piattaforma stessa.

Obiettivo specifico: dopo aver completato il corso, coloro che hanno completato il percorso dovrebbero avere una conoscenza delle FGM in profondità. Essi dovranno essere inoltre in grado di identificare le ragazze e le donne a rischio di FGM e poter garantire loro protezione in modo efficace e rispettoso. Il corso dovrebbe quindi includere almeno nozioni di: definizione e origine delle FGM, contesto socio-culturale, analisi delle conseguenze, aspetti giuridici, collegamento alla parità di genere, diritti umani, i diritti del bambino, ecc.

 Il termine per la presentazione delle candidature è l’8 gennaio 2015 alle ore 12 .

 Il riferimento del presente bando è JUST/2014/RPPI/AG/FGMU.
 
Il bilancio indicativo disponibile per questo invito a presentare proposte è di euro 900.000.

Maggiori informazioni sono disponibili sul sito web della Direzione generale Giustizia della Commissione europea.
 

Data : 
1 Ottobre, 2014
Data fine: 
8 Gennaio, 2015