Investing in People (2007-2013) - Istruzione, conoscenze, competenze, occupazione e coesione sociale

Scade il 19 febbraio 2014 l'invito a presentare proposte dal titolo “Empowerment for better livelihoods, including skills development and vocational education and training, for marginalised and vulnerable persons and people dependent on the informal economy” nell'ambito del programma “Investing in People”.

Il presente invito a formulare proposte è incentrato sui temi dell’istruzione, delle conoscenze e competenze, della occupazione e coesione sociale.
 
L’obiettivo generale dell’invito invito è di contribuire all’eliminazione della povertà e dell’esclusione sociale delle persone dipendenti da un’economia informale e di altri gruppi vulnerabili.
 
Gli obiettivi specifici sono :

  • sostegno al miglioramento della condizioni di vita delle persone dipendenti dall’economia informale, compreso lo sviluppo di competenze professionali, istruzione, formazione e sostegno alle iniziative volte a sviluppare lavoro autonomo e creazione di posti di lavoro;
  • sostegno all’inclusione sociale dei gruppi vulnerabili attraverso l’accesso ai servizi sociali di base.

Le proposte dovranno includere almeno una delle seguenti misure :

  • rafforzamento dei diritti sul lavoro e l’adeguamento delle politiche nazionali e locali alle condizioni e alle esigenze delle persone dipendenti dall’economia informale;
  • aumento dell’occupabilità e della produttività delle persone dipendenti dall’economia informale;
  • rafforzamento delle organizzazione composte da persone che dipendono dall’economia informale e della loro partecipazione ai processi politici nazionali;
  • estensione e rafforzamento della protezione sociale e di sistemi e programmi di dialogo sociale.

  
I progetti devono essere indirizzati alle persone la cui vita e sussistenza dipende dall’economia informale e i gruppi più vulnerabili della popolazione.
I gruppi target sono: adulti, giovani donne e uomini con nessuna o minima istruzione, persone discriminate sulla base della casta, indigeni, appartenenti a minoranze (linguistica, etnica, religiosa, sessuale, ecc), persone con disabilità, migranti.
 
La partecipazione ai progetti è riservata a centri di ricerca, autorità locali e regionali, scuole, corporazioni, centri di formazione, unioni di federazioni,
I soggetti eleggibili devono:

  • avere personalità giuridica
  • essere organizzazioni no-profit (organizzazioni non governative, operatori del settore pubblico, autorità locali, organizzazioni internazionali intergovernamentali) oppure
  • società private, a condizione che dal loro coinvolgimento nell’azione non derivi alcun profitto;
  • associazioni professionali, camere di commercio ed altre istituzioni senza scopo di lucro rappresentative del settore privato cosi come Istituti di microfinanza (e.g. financial literacy, capacity building)
  • avere la propria sede in uno Stato Membro dell’Unione Europea o in uno beneficiario di aiuti presente nella lista del Comitato dell’ aiuto allo Sviluppo dell’ Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE).

 
 
L'intervento deve essere realizzato in uno o più Paesi tra quelli elencati nella "OECD DAC list" (Lista dei paesi beneficiari di Aiuto Pubblico identificati dall'OECD) ed eleggibile a finanziamento nell'ambito dei Programmi Tematici dello Strumento per la Cooperazione allo Sviluppo.
 
La dotazione complessiva disponibile è di € 44.000.000
Ogni contributo richiesto deve essere compreso tra un minimo di € 1.500.000 ed un massimo di € 5.000.000
l contributo comunitario può coprire fino al 80% dei costi totali ammissibili dell'azione.
 
 
Altre informazioni sono reperibili al seguente Link:
https://webgate.ec.europa.eu/europeaid/online-services/index.cfm?ADSSChck=1390471737574&do=publi.detPUB&searchtype=AS&Pgm=7573845&debpub=&orderby=upd&orderbyad=Desc&nbPubliList=15&page=1&aoref=135181

Data : 
23 Gennaio, 2013
Data fine: 
19 Febbraio, 2014