Investing in People (2007-2013) - Supporting public health institutes

Scade il 17 marzo 2014 l'invito a presentare proposte dal titolo “Supporting public health institutes” pubblicato nell'ambito del programma “Investing in People”.

 
Il presente invito a formulare proposte è incentrato sul tema della sanità pubblica.
 
L’obiettivo generale dell’invito a presentare proposte è di contribuire alla tutela e alla promozione della sanità pubblica attraverso attività di analisi e consulenza politica.
 
L'obiettivo specifico del presente invito è quello di migliorare le competenze, le conoscenze e le risorse delle scuole e dei centri di ricerca - o di formazione - della sanità pubblica istituti nei paesi a basso reddito, fornendo - alle autorità sanitarie nazionali e alle parti interessate - consulenza politica specifica basata su prove di efficacia, training e altre forme di sostegno, per rafforzare il processo decisionale e la definizione delle politiche monitorandone l'attuazione a livello nazionale o sub nazionale.
 
La partecipazione ai progetti è riservata a Centri di ricerca, Autorità locali e regionali, Centri di formazione, Federazioni, Sindacati, Amministrazioni - Stati, Agenzie, Camere, ONG di sviluppo, Università, Associazioni.
I soggetti eleggibili devono:

  • avere personalità giuridica
  • essere organizzazioni no-profit (organizzazioni non governative, operatori del settore o semi pubblico pubblico, autorità locali)
  • avere ameno 5 anni di esperienza nel settore relativo al presente invito e avere acquisito riconoscimenti di livello nazionale e/o internazionale per tale lavoro sia sotto forma di almeno una pubblicazione su riviste nazionali, regionali o internazionali di fama, che sotto forma di certificazioni da almeno due organizzazioni internazionali, regionali o nazionali, istituzioni o enti per lavori relativi alla definizione o all'attuazione di politiche nel settore sanitario e in risposta a un problema di salute pubblica individuato nel paese;
  • essere stabiliti in

Uno Stato membro dell'Unione europea o
Un paese in via di sviluppo, come specificato dalla lista OCSE / DAC 12 o
Uno Stato membro del SEE (Islanda, Liechtenstein e Norvegia) o
Un paese candidato ufficiale dell'Unione europea (Islanda, Montenegro, Serbia, Turchia, ex Repubblica iugoslava Repubblica di Macedonia) e

  • essere direttamente responsabili della preparazione e gestione dell'azione con il co-applicant (s) e enti affiliati, non agire come intermediario.

 
L'intervento deve essere realizzato in uno o più Paesi tra quelli elencati nella "OECD DAC list" (Lista dei paesi beneficiari di Aiuto Pubblico identificati dall'OECD) ed eleggibile a finanziamento nell'ambito dei Programmi Tematici dello Strumento per la Cooperazione allo Sviluppo.
 
Ogni contributo richiesto deve essere compreso tra un minimo di € 1.000.000 ed un massimo di € 4.000.000
l contributo comunitario può coprire fino al 80% dei costi totali ammissibili dell'azione.
Solo per le azioni che si svolgono in uno dei paesi a basso reddito meno sviluppati o in uno di quelli indicati nella lista del Comitato dell’aiuto allo Sviluppo dell’ Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE), l'UE ha previsto che il contributo possa eccezionalmente ricoprire la totalità delle spese ammissibili dell'azione, quando necessario per realizzarla.
 
Altre informazioni sono reperibili al seguente Link:
https://webgate.ec.europa.eu/europeaid/online-services/index.cfm?do=publi.welcome&nbPubliList=15&orderby=pub&orderbyad=Desc&searchtype=RS&aofr=135178
 
 

Tag: 
Data : 
23 Gennaio, 2013
Data fine: 
17 Marzo, 2014