L'Unione europea lancia un nuovo Strumento europeo di microfinanziamento Progress

E' stata pubblicata, sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione europea, serie L 87 del 7 aprile 2010, la decisione N. 283/2010/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 25 marzo 2010 che istituisce uno strumento europeo Progress di microfinanza per l'occupazione e l'inclusione sociale.

L’Unione europea ha creato un nuovo strumento di microfinanziamento per offrire microcredito a persone alle quali la recente crisi ha fatto perdere o rischia di far perdere il lavoro e che desiderano avviare/sviluppare un’attività in proprio, ovvero a microimprese avviate, in particolare quelle che operano nel settore dell’economia sociale.

Questo nuovo strumento, chiamato Strumento Progress di microfinanza, beneficia di uno stanziamento di 100 milioni di euro, beneficiando di una parte di risorse dal programma PROGRESS, con i quali la Commissione prevede possano essere mobilitati circa 500 milioni di euro, grazie alla cooperazione con le istituzioni finanziarie internazionali, in particolare quelle del gruppo BEI. Queste risorse potranno essere erogate in forma di garanzie e strumenti di condivisione del rischio, strumenti rappresentativi di capitale, titoli di debito e misure di sostegno, quali attività di comunicazione, monitoraggio, controllo, audit e valutazione. Lo Strumento sarà operativo a partire da giugno 2010.

Gli interessati dovrebbero contattare gli enti di erogazione locali, che possono essere banche, piccoli istituti di credito senza fini di lucro, istituti di garanzia e altri erogatori di microfinanziamenti per le microimprese. Il Fondo europeo per gli investimenti fornirà a questi soggetti le risorse necessarie per raggiungere i destinatari dello Strumento europeo di microfinanziamento Progress.

Nell'UE il microcredito è limitato a 25 000 euro ed è destinato alle microimprese con meno di 10 dipendenti (che costituiscono il 91% di tutte le imprese europee) e ai disoccupati che vogliono mettersi in proprio e che non hanno accesso ai servizi bancari tradizionali. In Europa il 99% delle nuove attività avviate è rappresentato da microimprese o piccole imprese, un terzo delle quali è gestito da ex disoccupati. Al fine di di guidare/assistere i (potenziali) microimprenditori e rafforzare le capacità dei micro finanziatori, lo Strumento Progress di microfinanza si integrerà con gli altri dispositivi esistenti, in particolare il FSE (Fondo sociale europeo), che contribuirà a informare i potenziali beneficiari sul nuovo Strumento, a promuovere l’imprenditorialità e offrire sostegno alla formazione in materia di gestione d'impresa e a servizi di orientamento e tutoraggio che aiutano i destinatari a presentare richiesta di microfinanziamento e a gestire una microimpresa.

Il Testo della decisione dell'Unione europea può essere consultata sul sito web dedicato allo strumento.

Per ulteriori informazioni consultare il sito web della Commissione europea.