Programma di Apprendimento permanente. Bando EACEA/08/10 nell'ambito del programma Leonardo da Vinci (scadenza 16/07/2010)

Sulla Gazzetta ufficiale dell'Unione europea serie C 85 del 31 marzo 2010, è stato pubblicato un invito a presentare proposte DG EACEA 08/10 nell'ambito del programma di istruzione e formazione nell’arco della vita — Programma Leonardo da Vinci.

Il programma Leonardo da Vinci fa parte del più ampio Programma di Apprendimento permanente. sito web dedicato al programmaIl presente invito a presentare proposte riguarda la concessione di sovvenzioni per il sostegno a progetti d’iniziativa nazionale per la sperimentazione e lo sviluppo del sistema di crediti d’apprendimento nell’insegnamento e nella formazione professionale (ECVET) e persegue il fine di concedere delle sovvenzioni a proposte inerenti l’organizzazione di due tipi d’azioni, necessariamente conglobate in un medesimo progetto:- azioni di creazione o di rinforzo di partenariati fra istituzioni competenti, destinati a creare un quadro operativo, per lo sviluppo di sperimentazioni, del sistema europeo di crediti per l’insegnamento e la formazione professionale (ECVET),- azioni nel settore del sistema dei crediti d’apprendimento per l’insegnamento e la formazione professionale (ECVET), come descritto nelle specifiche tecniche dell’allegato alla raccomandazione del Parlamento europeo e del Consiglio, affinché venga messo concretamente in opera.Gli obiettivi generali dell’invito sono fermamente e strettamente orientati verso la realizzazione concreta dell'ECVET e la preparazione delle misure necessarie alla sua adozione da parte degli Stati membri.Il presente invito a presentare proposte è aperto a organismi, istituti, istituzioni o autorità competenti, responsabili direttamente, o per delega di un'autorità competente, dell'applicazione della raccomandazione sull’istituzione del sistema europeo di crediti per l’istruzione e la formazione professionali (2009/C 155/02) ( 1 ) a livello nazionale, regionale, locale o settoriale. Sono interessate, in particolare, le istituzioni e le autorità pubbliche e private responsabili dell’ideazione, della gestione e del rilascio delle certificazioni professionali.Ad ogni modo, l’organizzazione candidata e i suoi partner devono dimostrare di disporre della legittimità istituzionale per impegnarsi e intervenire, sul piano tecnico, politico e operativo, nei campi dell’insegnamento e della formazione professionali oltre che delle certificazioni professionali e, più precisamente, della sperimentazione, dello sviluppo e dell’applicazione del sistema ECVET, con riferimento alla raccomandazione del Parlamento europeo e del Consiglio.I candidati devono essere degli organismi legalmente costituiti da più di tre anni.Le domande di finanziamento possono essere presentate unicamente da consorzi costituiti da almeno 4 organismi provenienti da almeno 4 paesi eleggibili distinti fra loro. I candidati (comprese tutte le organizzazioni partner) devono essere residenti in uno dei seguenti paesi: i 27 Stati membri dell'Unione europea; i 3 paesi dell’AELS/SEE (Islanda, Liechtenstein, Norvegia); la Turchia. Almeno uno dei paesi del partenariato deve essere uno Stato membro dell’UE. Sono in corso dei negoziati con la Croazia, l'ex Repubblica jugoslava di Macedonia e la Svizzera per la loro partecipazione futura al programma LLP, che dipende appunto dall’esito di tali negoziati. Si prega di consultare il sito dell’Agenzia esecutiva per l’istruzione, gli audiovisivi e la cultura che aggiornerà la lista dei paesi partecipanti.La costituzione di partenariati e di reti nonché l’organizzazione di azioni di cooperazione comprende attività proprie delle fasi successive di preparazione, realizzazione, valutazione e controllo. In questo senso, le attività indicate di seguito possono essere prese in considerazione a titolo del presente invito a presentare proposte:- realizzazione o rafforzamento di consorzi stabili o di piattaforme di cooperazione composte da istituzioni, autorità e organismi competenti (creazione di programmi di lavoro comuni, ideazione di procedure di cooperazione ecc.),- ingegneria e ricerca specificamente dedicate all’applicazione dei principi e delle specifiche tecniche dell’ECVET alle certificazioni professionali,- organizzazione di seminari, incontri o workshop dedicati all'ingegneria e alla realizzazione dell’ECVET,- ideazione di strumenti, di pubblicazioni o di siti web innovativi, incentrati sugli aspetti operativi della realizzazione dell’ECVET e della cooperazione transnazionale in questo settore,- partecipazione a workshop tematici e ad una conferenza,- attività di controllo (ivi comprese le attività di diffusione, le analisi d’impatto ecc.), utili per consolidare i risultati, stabilizzare i partenariati e contribuire alla modellizzazione, alla promozione e al trasferimento dei risultati.Il bilancio totale assegnato al cofinanziamento di progetti ammonta a 2 Mio EUR. L’importo di ogni sovvenzione è compreso fra 50 000 EUR e 300 000 EUR. L'assistenza finanziaria dell’Agenzia non può superare il 75 % del totale dei costi ammissibili. L'Agenzia si riserva la possibilità di non assegnare tutti i fondi disponibili. La data limita per l’invio delle candidature è fissata al 16 luglio 2010. I moduli presentati dopo la data limite non saranno presi in considerazione. Le istruzioni dettagliate per i candidati, nonché i moduli di candidatura, sono disponibili al