Programma Gioventù in azione. Bando azione 3.2 "Gioventù nel mondo"

Scade il 14 maggio 2013 l'invito a presentare proposte EACEA/10/13 per l'azione Azione 3.2 — Gioventù nel mondo: cooperazione con paesi diversi dai paesi limitrofi all’Unione europea - pubblicato dalla Commissione europea, sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione europea serie C 72 del 12 marzo 2013 nell'ambito del programma comunitario Gioventù in azione"

Scade il 14 maggio 2013 l'invito a presentare proposte EACEA/10/13 per l'azione Azione 3.2 — Gioventù nel mondo: cooperazione con paesi diversi dai paesi limitrofi all’Unione europea - pubblicato dalla Commissione europea, sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione europea serie C 72 del 12 marzo 2013 nell'ambito del programma comunitario Gioventù in azione"
 
Il presente invito a presentare proposte sostiene progetti che promuovono la cooperazione nel settore della gioventù tra i paesi aderenti al programma "Gioventù in azione" e i paesi partner diversi dai paesi limitrofi all’Unione europea (paesi che abbiano firmato con l’Unione europea un accordo nel campo della gioventù). I progetti devono garantire la loro compatibilità con le azioni intraprese nell’ambito del quadro di cooperazione per lo sviluppo. Il presente invito riguarda la concessione di sovvenzioni a progetti.
I destinatari sono le organizzazioni attive nel settore della gioventù interessate alla realizzazione di progetti che promuovano la cooperazione in questo settore e che coinvolgano operatori e animatori socioeducativi, i giovani stessi e altri attori impegnati in organizzazioni e strutture giovanili.
I suoi obiettivi sono i seguenti:

  • migliorare la mobilità dei giovani e degli operatori nel settore della gioventù, nonché l’occupabilità dei giovani,
  • promuovere la consapevolezza tra i giovani nonché il loro impegno attivo,
  • sostenere il potenziamento delle capacità delle organizzazioni e delle strutture giovanili al fine di contribuire allo sviluppo della società civile,
  • promuovere la cooperazione e lo scambio di esperienze e di buone prassi nel settore della gioventù e dell’istruzione informale,
  • contribuire allo sviluppo delle politiche giovanili, del lavoro nel settore della gioventù e del volontariato, infine
  • sviluppare partenariati e reti sostenibili fra organizzazioni giovanili.

Viene data la precedenza a quei progetti che meglio rispecchiano le seguenti priorità.

  • Priorità permanenti del programma:
    • partecipazione dei giovani,
    • diversità culturale,
    • cittadinanza europea,
    • coinvolgimento di giovani con minori opportunità.

 

  • Priorità annuali del programma :
    • sensibilizzazione sui diritti relativi alla cittadinanza dell’UE,
    • crescita inclusiva,
    • creatività, spirito imprenditoriale e occupabilità,
    • comportamenti sani.

Le proposte devono essere presentate da organizzazioni senza scopo di lucro sia dell'Unione europea che dei Paesi partner quali:
 

  • organizzazioni non governative (ONG),
  • enti pubblici a livello regionale o locale,
  • consigli giovanili nazionali.

Al momento della scadenza per la presentazione delle proposte, i candidati devono essere legalmente residenti da almeno due  anni in uno dei paesi aderenti al Programma.
I paesi del Programma sono i seguenti:

  • gli Stati membri dell'Unione europea,
  • gli Stati dell’Associazione europea di libero scambio (EFTA): Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera,
  • i paesi candidati che beneficiano di una strategia di preadesione conformemente ai principi generali nonché alle condizioni e modalità generali stabiliti negli accordi quadro conclusi con questi paesi, in vista della loro partecipazione ai programmi UE: Croazia e Turchia.

Gli organismi stabiliti nei seguenti paesi possono partecipare in qualità di partner, ma non possono presentare proposte nell’ambito del presente invito. Sono considerati paesi partner quei paesi che sono parti di accordi con l’Unione europea nel settore della gioventù, vale a dire:

  • America latina: Argentina, Bolivia, Brasile, Cile, Colombia, Costa Rica, Ecuador, El Salvador, Guatemala, Honduras, Messico, Nicaragua, Panama, Paraguay, Perù, Uruguay, Venezuela,
  • Africa: Angola, Benin, Botswana, Burkina Faso, Burundi, Camerun, Capo Verde, Ciad, Comore, Congo (Brazzaville), Costa d’Avorio, Djibouti, Eritrea, Etiopia, Gabon, Gambia, Ghana, Guinea-Bissau, Guinea equatoriale, Kenya, Lesotho, Liberia, Madagascar, Malawi, Mali, Mauritania, Mauritius, Mozambico, Namibia, Niger, Nigeria, Repubblica centrafricana, Repubblica democratica del Congo, Repubblica di Guinea, Ruanda, São Tomé e Príncipe, Senegal, Seychelles, Sierra Leone, Sud Africa, Sudan, Swaziland, Tanzania, Togo, Uganda, Zambia, Zimbabwe,
  • Caraibi: Antigua e Barbuda, Bahamas, Barbados, Belize, Dominica, Giamaica, Grenada, Guyana, Haiti, Repubblica dominicana, Saint Christopher (Saint Kitts) e Nevis, Santa Lucia, Saint Vincent e Grenadine, Suriname, Trinidad e Tobago,
  • Pacifico: Figi, Isole Cook, Isole Marshall, Isole Salomone, Kiribati, Micronesia, Nauru, Niue, Palau, Papua Nuova Guinea, Samoa, Timor Est, Tonga, Tuvalu, Vanuatu,
  • Asia: Afghanistan, Bangladesh, Cambogia, Filippine, India, Indonesia, Kazakstan, Kirghizistan, Laos, Malaysia, Nepal, Repubblica popolare cinese (compresi Hong Kong e Macau), Singapore, Thailandia, Uzbekistan, Vietnam, Yemen,
  • paesi industrializzati: Australia, Brunei, Canada, Giappone, Nuova Zelanda, Repubblica di Corea, Stati Uniti d’America.

I progetti devono coinvolgere partecipanti di almeno quattro paesi diversi (compresa l’organizzazione richiedente), inclusi almeno due aderenti al Programma, di cui almeno uno Stato membro dell’Unione europea e due paesi partner.

Le attività sostenute nell’ambito del presente invito possono includere:

  • manifestazioni su vasta scala, seminari, conferenze per i giovani,
  • attività dirette a incoraggiare lo sviluppo di partenariati e reti,
  • attività intese a favorire il dialogo politico nel settore della gioventù,
  • campagne di informazione e sensibilizzazione organizzate da e per i giovani,
  • formazione e sviluppo di capacità degli operatori socioeducativi, delle organizzazioni giovanili e dei moltiplicatori,
  • formazione tramite osservazione diretta in situazione di lavoro e mobilità a lungo termine per gli operatori socioeducativi.

L’importo totale stanziato per il cofinanziamento dei progetti nell’ambito del presente invito è stimato in 3 000 000 EUR.
Il contributo dell’Agenzia non supererà l’80 % del totale delle spese ammissibili di un progetto. La sovvenzione massima sarà pari a 100 000 EUR.
La data di scadenza per la presentazione delle proposte è il 14 maggio 2013.
Ulteriori informazioni e la documnetazione necessaria per presentare una proposta di progetto è disponibilie sul sito web dedicato al programma.
 

Data : 
12 Marzo, 2013
Data fine: 
14 Maggio, 2013