Programma ISEC. Bando Generale 2013

Sul sito web della Direzione Generale Affari Interni è stato pubblicato il bando generale 2013 nell’ambito del “Programma di Prevenzione e Lotta contro il Crimine” con scadenza 6 marzo 2013.

Il presente bando persegue i seguenti obiettivi generali:

  • stimolare, promuovere e sviluppare metodi e strumenti necessari per prevenire e combattere strategicamente la criminalità e garantire la sicurezza e l’ordine pubblico;
  • promuovere e sviluppare il coordinamento, la cooperazione e la comprensione reciproca fra le agenzie nazionali, altre autorità nazionali e enti comunitari nel rispetto delle priorità identificate dal Consiglio;
  • promuovere e sviluppare migliori pratiche per la protezione e il sostegno dei testimoni;
  • promuovere e sviluppare migliori pratiche per la protezione delle vittime della criminalità.

Le priorità identificate per il 2013 sono le seguenti:

1. Progetti su Materiali Chimici, Biologici, Radioattivi e Nucleari così come Esplosivi

2. Progetti su:
(a) radicalizzazione che conduce al terrorismo e
(b) protezione delle vittime del terrorismo

3. Progetti sul traffico di esseri umani

4. Progetti sullo sfruttamento sessuale dei bambini, l'uso illegale di Internet e criminalità informatica

5. Progetti sul crimine economico e finanziario

6. Attività per migliorare la comunicazione con l'Europol

7. Progetti di scambio di informazioni nel campo delle Forze dell'Ordine, in particolare per l'attuazione del principio di disponibilità con la decisione 2008/615/ JHA del Consiglio e 2008/616/ JHA (Decisione Prüm) e la Decisione Quadro 2006/960/ JHA (Iniziativa svedese )

8. Progetti di cooperazione operativa tra Forze dell'Ordine

9. Progetti di cooperazione transfrontaliera tra Forze dell'Ordine nel campo della lotta agli stupefacenti
 
Possono presentare una proposta gli enti e le organizzazioni con personalità giuridica con sede negli Stati Membri della UE. Le persone giuridiche aventi scopo di lucro possono partecipare solamente in partenariato con organizzazioni statali o enti pubblici. Le persone giuridiche dei paesi terzi possono partecipare senza ricevere la sovvenzione comunitaria.
Il contributo comunitario ai progetti non potrà superare il 90% dei costi ammissibili.

Data : 
20 Febbraio, 2013
Data fine: 
6 Marzo, 2013