Programma MEDIA 2007. Bando per il sostegno alla digitalizzazione dei cinema Europei (scadenza: 15/09/2011)

Sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione europea, serie C 191 del 1 luglio 2011, è stato pubblicato un invito a presentare proposte - EACEA/19/11 per il sostegno alla digitalizzazione dei cinema Europei nell'ambito del programma comunitario MEDIA 2007 -Sviluppo, distribuzione, promozione e formazione.

Il presente invito a presentare proposte si basa sulla decisione n. 1718/2006/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 15 novembre 2006, relativa all’attuazione di un programma di sostegno al settore audiovisivo europeo (MEDIA 2007).

 

Gli obiettivi globali del programma sono:

  1. conservare e valorizzare la diversità culturale e linguistica europea e il patrimonio audiovisivo cinematografico, garantire l’accesso al pubblico dello stesso e favorire il dialogo tra le culture;
  2. accrescere la circolazione e la visibilità delle opere audiovisive europee all’interno e all’esterno dell’Unione europea, intensificando fra l’altro la cooperazione fra le parti attive;
  3. rafforzare la concorrenzialità del settore audiovisivo europeo nel quadro di un mercato europeo aperto e concorrenziale propizio all’occupazione, promuovendo fra l’altro i collegamenti tra i professionisti dell’audiovisivo.

L’obiettivo del piano relativo alla «digitalizzazione del cinema» è di incoraggiare le sale che proiettano una notevole percentuale di opere europee non nazionali a sfruttare le possibilità offerte dalla distribuzione digitale.
Il presente invito a presentare proposte si propone di favorire la transizione digitale delle sale che proiettano film europei, sostenendo i costi indiretti legati all’acquisto di un proiettore digitale.

Il presente invito è destinato agli operatori cinematografici europei indipendenti la cui attività principale è la proiezione di film.
I candidati devono essere stabiliti in uno dei seguenti paesi:

  • i 27 paesi dell’Unione europea.
  • i paesi del SEE, la Svizzera e la Croazia.IT 1.7.2011 Gazzetta ufficiale dell’Unione europea C 191/15

Le organizzazioni dei candidati devono:

  • essere sale cinematografiche di prima visione (che presentino nella loro programmazione film europei in prima visione, nel termine massimo dei dodici mesi successivi all’uscita nazionale)
  • essere aperte al pubblico da almeno 3 anni.
  • disporre di un sistema di biglietteria e di dichiarazione dell’incasso.
  • disporre di almeno uno schermo e 70 poltrone.
  • avere effettuato almeno 520 proiezioni annuali per le sale permanenti (ossia sale cinematografiche aperte al pubblico almeno 6 mesi l’anno), 300 proiezioni annuali per sale con un unico schermo (30 proiezioni al mese) e almeno 30 proiezioni al mese per cinema all’aperto/estivi (cinema che operano per meno di 6 mesi all’anno).
  • aver avuto un’affluenza totale minima di 20 000 spettatori nei dodici mesi precedenti o 20 000 ingressi qualora sia stato effettivamente pagato il prezzo normale del biglietto.

I candidati che dispongono o disporranno di un proiettore grazie a un integratore terzo, in seguito alla firma di un accordo VPF, non saranno ammessi a beneficiare del sostegno.

Sono considerati ammissibili al sostegno, i cinema la cui programmazione nel 2010 sia stata dedicata almeno per il 50 % a film europei; di questi, almeno il 30 % dev’essere composto da film europei non nazionali.
Un film è ritenuto europeo se è conforme alla definizione del programma MEDIA di tali film in base al sistema di sostegno selettivo e al sistema di sostegno automatico del cinema.
I film che sono già stati classificati sono elencati nella banca dati film europei.
Non sono considerati ammissibili al sostegno i film pubblicitari, pornografici o che esaltino il razzismo o la violenza.

Sono ammissibili  i costi indiretti associati all’acquisto di proiettori digitali che soddisfino i requisiti di sicurezza del contenuto nel rispetto della Digital Cinema Initiative (DCI), da installare in un cinema che rispetti tutti i criteri di ammissibilità.

 

Si può richiedere il sostegno soltanto per un proiettore per ogni schermo, e per un massimo di 3 schermi per ogni cinema.
Il proiettore dev’essere acquistato tra la data di presentazione e il 30 giugno 2013.

Il bilancio annuale stimato concesso al cofinanziamento dei progetti ammonta a 2.000.000 EUR.
Il contributo finanziario aggiudicato è una sovvenzione concessa come somma forfettaria pari a un massimo di 20 .000 EUR per ogni schermo.
La sovvenzione copre qualsiasi costo relativo alla transizione digitale delle sale cinematografiche europee, eccezion fatta per il costo del proiettore digitale e del server.

Il termine ultimo per l’invio delle candidature è fissato al 15 settembre 2011.

Le linee guida e i moduli di candidatura sono disponibili sul sito web dedicato al programma