Programma Salute. Invito a presentare proposte "Attuazione delle migliori pratiche per promuovere la salute e prevenire le malattie non trasmissibili e ridurre le disuguaglianze sanitarie"

Nell’ambito del Terzo Programma Europeo in materia di Salute 2014-2020 è stato pubblicato l’invito a presentare proposte per progetti “Implementation of best practices to promote health and prevent non-communicable diseases and to reduce health inequalities” parte dell'iniziativa “Transferring the Wholegrain promotion initiative to other countries” con scadenza 13 marzo 2019.

 

Le malattie croniche non trasmissibili hanno un impatto importante sulla salute dei cittadini europei, sul peso dei sistemi sanitari e sulla produttività delle nostre società. Contribuire affinché i responsabili delle decisioni negli Stati membri abbiano le conoscenze più aggiornate sulle migliori pratiche relative alla riduzione di tali oneri, è necessario per sostenere meglio i sistemi sanitari nazionali e i cittadini dell’UE. Supportare la consapevolezza, l’impegno e il roll-out delle iniziative che hanno dimostrato di funzionare è un modo essenziale per creare e fornire valore ai cittadini.

Le autorità sanitarie pubbliche dovrebbero avere accesso alla migliore base di prove scientifiche e alla valutazione da parte di esperti delle pratiche testate ogni qualvolta si considerino le opzioni di prevenzione e gestione delle malattie. Dovrebbero anche avere l’opportunità di essere informati direttamente da coloro che hanno condotto con successo (passate) iniziative e discutere, tra gli altri, di insidie ​​e fattori di successo. Infine, dovrebbero essere supportati nelle fasi chiave della preparazione dell’implementazione in modo da aumentare la portata e la probabilità di successo.

Basandosi su tali informazioni e sostegno, e considerando il loro contesto nazionale e le priorità politiche, gli Stati membri possono quindi essere in una posizione migliore per procedere con l’attuazione su vasta scala di migliori pratiche e interventi convalidati. Più è forte l’impegno e più ampia è la diffusione, più promettenti saranno i risultati per i pazienti e per i cittadini.

Per sostenere questo processo volto a promuovere soluzioni più sperimentate a vantaggio dei cittadini nel modo più rapido e ampio possibile, la Commissione ha istituito il gruppo direttivo sulla promozione della salute, la prevenzione delle malattie e la gestione delle malattie non trasmissibili Questo gruppo seleziona le migliori pratiche per il trasferimento tra paesi con il supporto del Terzo Programma sanitario e altre fonti.

Durante un seminario sul mercato nel marzo 2018, l’iniziativa danese del partenariato integrale (WGP) è stata presentata agli Stati membri. In seguito, diversi Stati membri hanno già manifestato il proprio interesse a una più ampia diffusione di questa pratica e la Commissione desidera sostenere ulteriormente tale processo.

Questo invito a presentare proposte rientra in questo contesto e ha l'obiettivo di facilitare il trasferimento delle migliori partiche ad altri paesi.

Le proposte dovrebbero descrivere come verrà utilizzato il concetto di WGP negli Stati membri partecipanti, compreso il modo in cui saranno coinvolte le autorità responsabili e il loro impegno assicurato con l’obiettivo di realizzare il più ampiamente possibile la pratica sostenibile entro la fine dell’ azione.

Le proposte dovrebbero descrivere come verranno intraprese le azioni per:

  • valutare la preparazione e la fattibilità di dipartimenti sanitari (locali, regionali, nazionali) in paesi selezionati per l’introduzione del WGP;
  • aumentare la consapevolezza tra i responsabili politici e gli operatori sanitari dell’importanza del grano integrale come parte di una dieta per promuovere la salute e prevenire le malattie;
  • sviluppare, adottare, tradurre e fornire strumenti di implementazione di alta qualità per il WGP;
  • informare ed educare gli operatori del settore alimentare affinché si impegnino a utilizzare più cereali integrali nei loro prodotti (come pane, pasta e riso) e ad aumentare la loro offerta di opzioni di cereali integrali, nel contesto appropriato (vale a dire con la garanzia – tramite l’uso di profili nutrizionali o altre azioni efficaci – che l’iniziativa non promuova prodotti nutrizionalmente squilibrati);
  • attuare attività locali, regionali o nazionali per il trasferimento di pratiche contestualizzate;
  • monitorare il processo di attuazione e valutare i risultati dell’attuazione del WGP;
  • progettare misure per valutare e aumentare la sostenibilità del WGP dopo la fase di implementazione;
  • sviluppare opportunità e reti di supporto per lo sviluppo di capacità tra i paesi partecipanti e l’UE.

Azioni come valutazioni di fattibilità o studi, verifiche legali, valutazione delle esigenze (compresa la formazione), stime dei costi, preparazione di manuali di replica (comprese le traduzioni ove necessario), visite di studio e gemellaggi, workshop con le parti interessate, ecc. A meno che non sia debitamente giustificato, si prevede che saranno coinvolte le autorità della sanità pubblica di almeno i seguenti paesi: Danimarca, Lussemburgo, Norvegia, Romania e Slovenia.

L'identificativo dell'invito è: HP-PJ-04-2018.

Tag: 
Data : 
30 Gennaio, 2019
Data fine: 
13 Marzo, 2019