Sostegno alla Rete di procuratori competenti per la proprietà intellettuale. Pubblicato un invito a presentare proposte

Scade il 30 aprile 2019, l'invito a presentare proposte per il sostegno alla Rete di procuratori competenti per la proprietà intellettuale pubblicato dalla Commissione europea.

 

Il presente invito, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione europea, serie C 106 del 20 marzo 2019, sostiene il lavoro dei procuratori dell’UE competenti per la proprietà intellettuale. A tal fine, l’Osservatorio europeo sulle violazioni dei diritti di proprietà intellettuale ha sviluppato una serie di iniziative, tra cui il presente invito per finanziare le riunioni dei procuratori regionali, al fine di:

  • sviluppare le capacità degli Stati membri dell’UE per condividere buone prassi, costruire una rete più forte tra i procuratori degli Stati membri e agevolare discussioni concrete e maggiormente specifiche con gli omologhi della regione, garantendo una cooperazione giudiziaria più forte a livello internazionale e dell’UE;
  • diffondere, promuovere e discutere i risultati di tutti i casi di studio triennali e quinquennali sviluppati dall’UNICRI che analizzano procedimenti penali efficaci relativi ai principali casi di PI;
  • favorire l’utilizzo concreto della ricerca EUIPO nell’ambito dei modelli di attività criminali, del modus operandi e di altri campi pertinenti;
  • promuovere la partecipazione di EUROJUST e il ricorso allo strumento «Squadre investigative comuni» (SIC) nelle principali indagini penali transfrontaliere in materia di PI;
  • migliorare lo scambio di informazioni tra le autorità degli Stati membri e favorire la cooperazione con gli uffici della proprietà industriale pertinenti, autorità doganali, unità di polizia, altri organismi competenti preposti alla tutela della PI e rappresentanti del settore privato.

Il presente invito è aperto esclusivamente alle procure degli Stati membri dell’UE (a livello nazionale, regionale e locale). Sono ammissibili solo le candidature di organismi pubblici aventi sede in uno degli Stati membri dell’Unione europea. Non sono ammesse le persone fisiche.

Una domanda può essere presentata da un richiedente o da un consorzio di organismi pubblici, indipendentemente dal fatto che sia stato istituito appositamente o meno per l’azione, purché:

  • sia costituito da diversi organismi pubblici rispondenti ai criteri di ammissibilità, di non esclusione e di selezione stabiliti nel presente invito a presentare proposte, che attuano congiuntamente l’azione proposta;
  • la domanda identifichi i suddetti organismi.

Nell’ambito del presente invito a presentare proposte sono ammissibili i seguenti tipi di attività:

  • conferenze, seminari o workshop regionali;
  • attività di formazione in un contesto regionale.

Saranno ammesse solo attività comprendenti azioni transfrontaliere. Le attività comporteranno una copertura regionale globale; pertanto vedranno la partecipazione di almeno 4 Stati membri dell’UE e/o paesi limitrofi; inoltre è previsto il coinvolgimento di EUIPO, EUROJUST e UNICRI.

Le attività devono essere completate entro 12 mesi dalla firma della convenzione di sovvenzione.

Il bilancio totale disponibile per il cofinanziamento dei progetti nell’ambito del presente invito ammonta a 100.000 euro.

Il contributo finanziario da parte dell’EUIPO non può superare l’80 % del totale dei costi ammissibili presentati dal candidato e deve essere compreso tra i seguenti importi minimi e massimi: tra 10.000 euro e 50. 000 euro.

Il fascicolo di domanda è disponibile al seguente indirizzo Internet: 

Le domande devono essere presentate all’EUIPO attraverso il modulo di candidatura online (modulo elettronico) entro le ore 13:00 (ora locale) del giorno 30 aprile 2019.

Le condizioni dettagliate del presente invito a presentare proposte sono disponibili nelle linee guida per i candidati.

 

Data : 
20 Marzo, 2019
Data fine: 
30 Aprile, 2019