Sovvenzioni concesse alle fondazioni politiche a livello europeo. Invito a presentare proposte IX-2011/02 (scadenza: 01/11/2010)

<p> Sulla Gazzetta Ufficiale dell&#39;Unione europea, <strong>serie C 164 del 24 giugno 2010</strong>, &egrave; stato pubblicato, dal Parlamento europeo, un invito a presentare proposte IX-2011/01 per sovvenzioni concesse alle fondazioni politiche a livello europeo.</p>

L'articolo 191 del trattato che istituisce la Comunità europea afferma che i partiti politici a livello europeo sono un importante fattore per l'integrazione in seno all'Unione e che contribuiscono a formare una coscienza europea e ad esprimere la volontà politica dei cittadini dell'Unione. In questo contesto, il regolamento (CE) n. 2004/2003 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 4 novembre 2003, definisce le regole relative allo statuto e al finanziamento dei partiti politici a livello europeo.

Nella sua versione modificata, il regolamento riconosce il ruolo delle fondazioni politiche a livello europeo che, quali organizzazioni affiliate ai partiti politici a livello europeo, "possono, tramite le proprie attività, sostenere e perseguire gli obiettivi dei partiti politici europei, in particolare in termini di contributo al dibattito sui temi di politica pubblica europea e sull'integrazione europea, oltre che svolgere la funzione di catalizzatori per nuove idee, analisi e scelte politiche". Tale regolamento prevede in particolare un contributo finanziario annuo di funzionamento del Parlamento europeo alle fondazioni politiche che lo richiedano e che rispettino le condizioni stabilite da detto regolamento.

Conformemente all'articolo 2 della decisione dell'Ufficio di presidenza del Parlamento europeo del 29 marzo 2004 che fissa le modalità d'applicazione del regolamento (CE) n. 2004/2003, "il Parlamento europeo pubblica ogni anno, prima della fine del primo semestre, un invito a presentare proposte ai fini della concessione della sovvenzione per il finanziamento dei partiti e delle fondazioni". Il presente invito a presentare proposte riguarda le richieste di sovvenzione relative all'esercizio di bilancio 2011 per il periodo d'attività compreso tra il 1 gennaio 2011 e il 31 dicembre 2011.

Per avere diritto a una sovvenzione, una fondazione politica a livello europeo deve soddisfare le condizioni previste all'articolo 3, paragrafo 2 del regolamento (CE) n. 2004/2003, ossia:
essere affiliata a uno dei partiti politici a livello europeo riconosciuti conformemente al presente regolamento, come certificato dal suddetto partito;

  • avere personalità giuridica nello Stato membro in cui ha sede. Tale personalità giuridica è diversa da quella del partito politico a livello europeo al quale la fondazione è affiliata;
  • rispettare, in particolare nel suo programma e nella sua azione, i principi sui quali è fondata l'Unione europea, vale a dire i principi di libertà, di democrazia, di rispetto dei diritti dell'uomo, delle libertà fondamentali e dello Stato di diritto;
  • non perseguire fini di lucro;
  • essere dotata di un organo direttivo la cui composizione sia geograficamente equilibrata.

I candidati devono attestare di essere in possesso dei requisiti giuridici e dei mezzi finanziari necessari per portare a termine il programma d'attività oggetto della richiesta di finanziamento nonché possedere le capacità tecniche e di gestione necessarie per portare a termine il programma d'attività da sovvenzionare.

Gli stanziamenti disponibili per l'esercizio 2011 saranno distribuiti alle fondazioni politiche a livello europeo la cui domanda di finanziamento sia stata oggetto di una decisione positiva tenendo presenti i criteri di ricevibilità, ammissibilità, esclusione e selezione. La ripartizione avverrà nel modo seguente:
a) il 15 % è ripartito in parti uguali;
b) l'85 % è ripartito fra le fondazioni che sono affiliate a detti partiti politici a livello europeo che hanno membri eletti al Parlamento europeo, proporzionalmente al numero degli eletti.
 

Il bilancio previsto per l'esercizio finanziario 2011 ammonta complessivamente a 11 400 000 EUR, previa approvazione dell'autorità di bilancio.

L'importo massimo degli aiuti finanziari concessi dal Parlamento europeo non deve superare il' 85 % dei costi ammissibili iscritti nei bilanci di funzionamento delle fondazioni politiche a livello europeo. L'onere della prova incombe alla fondazione politica interessata.
 

Il finanziamento comunitario viene effettuato sotto forma di sovvenzione di funzionamento come previsto dal regolamento finanziario e dal regolamento (CE, Euratom) n. 2342/2002 della Commissione, del 23 dicembre 2002, recante modalità di esecuzione del regolamento (CE, Euratom) n. 1605/2002 del Consiglio che stabilisce il regolamento finanziario applicabile al bilancio generale delle Comunità europee.

Il termine per l'inoltro delle domande è fissato al 1 novembre 2010. Non saranno ammesse le domande inoltrate dopo tale termine. I documenti relativa alla richiesta di sovvenzione sono disponibili sul sito web del Parlamento europeo.

Eventuali domande riguardo al presente invito a presentare proposte ai fini della concessione di sovvenzioni vanno inviate per posta elettronica, indicando il riferimento, al seguente indirizzo: Helmut.Betz@europarl. europa.eu