Strumento di assistenza preadesione 2021-2027 (proposta)

Azioni: 

Il quadro di programmazione del nuovo strumento di assistenza preadesione, sarà preparato per ciascuna priorità in base al fabbisogno generale del paese, al fine di conseguire gli obiettivi concordati. L'entità dei finanziamenti disponibili per ciascuna priorità sarà del tutto trasparente. I partner saranno invitati a rispondere presentando le loro strategie per realizzare gli obiettivi di ciascuna priorità strategica, in modo da rafforzare la titolarità nazionale. I finanziamenti saranno quindi ripartiti secondo il principio della "quota equa” e in base a criteri quali la maturità del progetto/programma, l'impatto previsto e i progressi a livello di criteri di adesione:

  • Stato di diritto
  • diritti fondamentali
  • governance economica.

Il nuovo strumento di assistenza preadesione (IPA III) avrà una collocazione chiara nell'ambito della strategia per i Balcani occidentali dal titolo “Una prospettiva di allargamento credibile e un maggior impegno dell'UE per i Balcani occidentali”. Il nuovo IPA intende contribuire al processo di trasformazione nei Balcani occidentali attraverso le sei iniziative faro contenute nella strategia per i Balcani occidentali, che sostengono l'attuazione di solidi programmi di riforme economiche e pongono maggiormente l'accento sulle riforme necessarie per la futura adesione. Al tempo stesso, l'IPA III sarà abbastanza flessibile da potersi adeguare agli sviluppi in Turchia e rispecchiare l'andamento delle nostre relazioni con questo paese. Il nuovo strumento rafforzerà il ruolo guida dell'Unione, perché la sua programmazione si baserà sulle priorità anziché sulle dotazioni per i singoli paesi. Questo consentirà di ricompensare i risultati e i progressi registrati verso le priorità fondamentali e di aumentare la flessibilità per rispondere alle mutate necessità dei partner nel loro percorso verso l'adesione.

 

Le sei iniziative faro sostengono la trasformazione dei Balcani occidentali in diversi settori specifici nei quali la cooperazione rafforzata è di reciproco interesse. Fra il 2018 e il 2020 sono state previste azioni concrete per i sei settori identificati: 

 

  • Stato di diritto: estendere i piani d'azione dettagliati per un allineamento agli standard dell'UE a tutti i Balcani occidentali. Rafforzare la valutazione dell'attuazione delle riforme, anche grazie a nuove missioni consultive.
  • Sicurezza e migrazione: rafforzare la cooperazione congiunta nella lotta contro la criminalità organizzata, contro il terrorismo e l'estremismo violento e migliorare la sicurezza delle frontiere e la gestione della migrazione con l'ausilio degli strumenti e delle competenze dell'UE. Rafforzare il coordinamento con le agenzie dell'UE in materia di sicurezza delle frontiere e di gestione della migrazione
  • Sostegno allo sviluppo socioeconomico: incrementare la concessione di garanzie per gli investimenti privati, sostenere le start-up e le PMI nonché agevolare maggiormente gli scambi commerciali. Rivolgere maggiore attenzione all'occupazione e alle politiche sociali, con una maggiore assistenza finanziaria a sostegno del settore sociale, in particolare nel campo dell'istruzione e della sanità. Sarà raddoppiato il finanziamento nell'ambito del programma Erasmus+.
  • Connettività dei trasporti e dell'energia: iniziative nella regione e con l'UE, compreso un nuovo sostegno agli investimenti. Estendere l'Unione dell'energia dell'UE alla regione.
  • Agenda digitale: adottare un calendario per abbassare i costi di roaming, sostenere la diffusione della banda larga e sviluppare l'amministrazione, gli appalti e la sanità in linea nonché le competenze informatiche.
  • Riconciliazione e relazioni di buon vicinato: sostenere la lotta contro l'impunità e la giustizia di transizione, anche attraverso una commissione regionale per accertare i fatti relativi ai crimini di guerra. Rafforzare la cooperazione in materia di istruzione, cultura, gioventù e sport; promuovere il patrimonio culturale e il programma “Europa creativa”.
Paesi partecipanti: 

Stati membri dell'UE

  • Albania
  • Bosnia-Erzegovina 
  • Kosovo
  • Macedonia
  • Montenegro
  • Serbia
  • Turchia
Obiettivi: 

Il nuovo strumento di assistenza per la preadesione offre sostegno ai paesi candidati e potenziali candidati all’adesione all’UE durante il processo

di adozione e attuazione delle fondamentali riforme politiche, istituzionali, sociali ed economiche necessarie per rispettare i valori dell’Unione ed allinearsi progressivamente alle norme, agli standard e alle politiche dell’Unione.

Gli obiettivi specifici sono:

  • Valori comuni
  • Riforme in grado modernizzare la società e l’economia
  • Allineamento alle norme e agli standard dell’UE
  • Stabilità e prosperità a lungo termine per tutti
Finanziamento: 

Per lo strumento di assistenza preadesione (IPA III) è stata proposta una dotazione finanziaria di 14,5 miliardi di €, il 13% in più rispetto alla dotazione attuale.

Durata: 

2021-2017

Documentazione: 

Brochure in italiano

Proposta di regolamento di IPA III

Brochure in italiano: Una prospettiva di allargamento credibile e un maggior impegno dell'UE per i Balcani occidentali

Sito web "Una prospettiva di allargamento credibile e un maggior impegno dell'UE per i Balcani occidentali"

 

Tipo programma: 
2021-2027
Argomento: