Vertice di Sibiu. I principali risultati

Il 9 maggio a Sibiu (Romania) i leader dell'Unione europea si sono riuniti i per discutere i temi strategici dell'agenda dell'Unione europea per il periodo 2019-2024, anche in vista delle elezioni del Parlamento europeo e del cambio di leadership politica delle istituzioni dell'UE che ne scaturirà.

Nel corso del vertice i leader europei hanno avuto l'occasione di scambiare le proprie opinioni sulle sfide e sulle priorità dell'UE nei prossimi anni. L'agenda attuale era stata concordata nel giugno 2014 dal Consiglio europeo, dando vita alle dieci priorità politiche della Commissione Juncker.

A Sibiu sono quindi stati riesaminati i risultati ottenuti negli ultimi cinque anni ed è stato delineato il modo in cui l'Europa potrà plasmare il futuro che l'attende in un mondo sempre più multipolare e incerto.

 

In particolare, la Commissione europea raccomanda che l'agenda strategica dell'UE per il periodo 2019-2024 si concentri su 5 dimensioni fondamentali:

  • un'Europa che protegge, perché nel mondo di oggi la pace è potere
  • un'Europa competitiva che investe nelle tecnologie di domani e sostiene le sue maggiori risorse: il mercato unico, l'industria e la moneta comune
  • un'Europa equa che difende i principi fondamentali in materia di uguaglianza, Stato di diritto e giustizia sociale nel mondo moderno
  • un'Europa sostenibile che assume la guida dello sviluppo sostenibile e della lotta ai cambiamenti climatici
  • un'Europa influente, che cerca di proteggere e aggiornare il sistema basato su regole finora così utili.